Bollette 2017: ecco di quanto aumenteranno acqua e Tari

A
A
A
di Redazione 3 Novembre 2016 | 09:06

L’aumento delle bollette acqua e Tari 2017 sembra ormai certo.

Il rincaro complessivo sarà del +7%. Nel caso dell’acqua, l’importo sarà calcolato in base ai consumi; diverso invece il discorso sulla Tari, la tassa sui rifiuti.

L’ammontare dell’imposta comunale Tari, introdotta nel 2014 in sostituzione di TARES e TARSU è stabilita dal Comune in base a due fattori: la superficie calpestabile dell’immobile e il numero di persone che occupano l’alloggio.

L’aumento della bolletta Tari nel 2017 sarà dell’1%, ulteriore ritocco che va ad incidere sulle spese obbligate per la casa che incide in maniera pesante sui consumi delle famiglie italiane.

Nonostante i consumatori potrebbero non accettare con piacere l’aumento delle bollette 2017 e il rincaro della Tari, non sarebbe certo una novità. Sempre in base ai dati Federconsumatori, l’imposta comunale è lievitata tra il 2000 e il 2016 del +232%.

Novità anche sulla bolletta dell’acqua: per il 2017 è previsto l’incremento medio del +6%. Ad aumentare sarà il metodo tariffario del secondo ciclo, ovvero le tariffe applicate ai consumi per il periodo compreso tra il 2016 e il 2019.

Perché i cittadini dovranno pagare di più? La motivazione è l’utilizzo che ne viene fatto: a fronte di un consumo maggiore di acqua da parte dei cittadini si è ritenuto necessario provvedere con l’aumento della bolletta e, nello specifico, della tariffa, per sostenere le spese di gestione da parte dell’Autorità pubblica.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: utility in fermento in scia al caro bollette

Bollette luce e gas, che succede se non pagate

Coronavirus, bollette sospese? L’impatto sulle utility

NEWSLETTER
Iscriviti
X