Occhio al bancomat, il fisco vi guarda anche quello…

A
A
A
di Redazione 17 Novembre 2016 | 09:39

Occhio al bancomat, ci sono nuovi limiti sui prelievi in contanti dal conto corrente: chi li sfora rischia salatissimi controlli del Fisco. È il contenuto del’articolo 7 Quater del Decreto Fiscale 193/2016, che prevede un limite giornaliero di 1.000 euro e un limite mensile di 5.000 euro.

L’obiettivo del governo è quello di limitare e colpire il fenomeno del “nero” e dell’evasione fiscale: chi supererà i nuovi limiti infatti potrà essere soggetto a controlli dell’Agenzia dell’Entrate, che potrebbero equiparare il prelievo eccedente a reddito imponibile e quindi tassarlo. Per evitare maggiori imposte e sanzioni occorrerà dimostrare perché si è prelevato in eccedenza e come sono stati utilizzati quei soldi.

È consigliabile dunque conservare la relativa documentazione (fatture, scontrini e ricevute) da usare per l’eventuale contestazione del Fisco. A differenza di imprenditori, commercianti, artigiani e semplici risparmiatori, i professionisti possono però fare affidamento su una sentenza della Corte Costituzionale che li mette al riparo dalla trasformazione dei prelievi eccedenti in redditi imponibili

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’Agenzia delle Entrate riconosce il beneficio fiscale delle Pmi innovative quotate su Aim

Isa, tre imprese italiane su 10 devastate dalla pandemia e ammazzate dallo Stato

Aim Italia, IR Top Consulting: importante mantenere gli incentivi fiscali per le Pmi innovative

NEWSLETTER
Iscriviti
X