Attenti al cane. In caso di divorzio rischiate di pagare gli alimenti anche per lui

A
A
A
di Redazione 18 Novembre 2016 | 09:00

Il cane è come un figlio. Dunque, non deve stupire se due coniugi in procinto di separarsi chiedano al tribunale (in questo caso di Vicenza) di riconoscere un accordo che preveda anche gli animali di casa. Nell’accordo si stabilisce che i labrador (uno più legato a lei, un altro a lui) restino entrambi a casa della donna che vive in una villetta con giardino, assieme alla figlia. L’ uomo, che provvederà al mantenimento della bimba per la sua parte, pagherà anche metà delle spese (75 euro) per i cani. E potrà vederli e portarli fuori ogni volta che vedrà la figlia, ma anche in altre occasioni, accordandosi con l’ ex moglie.

A Roma, invece, lo scorso marzo, due coniugi in fase di separazione hanno discusso su chi dovesse tenere il loro Terranova. Lui sosteneva che l’ animale avrebbe sofferto nel suo nuovo monolocale dove era andato a vivere. Così l’ ex moglie, oltre a ottenere la casa con giardino, ha avuto gli alimenti anche per il cane. L’ ex marito inoltre dovrà, ogni 15 giorni, riparare gli eventuali danni fatti in giardino dal giocoso animale.

A febbraio era stato il tribunale di Como a riconoscere come valida l’ intesa raggiunta da una coppia, in fase di separazione consensuale, che stabiliva minuziosamente sia la gestione economica sia la disciplina delle visite. Per i giudici quel patto poteva essere omologato perché non era contrario né alla legge né all’ ordine pubblico e, poi, garantiva il diritto di vedere, in alternanza, l’ animale.

Più recente il caso di una coppia di Pavia: lei, lui e il cane. Prima i litigi, poi la separazione per spartirsi casa, auto e Lulù, il Golden Retriever amato e adorato dai due quarantenni. Il giudice lo ha affidato all’ ex moglie, ma lui verserà gli alimenti anche per contribuire al suo mantenimento. E potrà vederlo su appuntamento. Situazioni che stanno diventando sempre più frequenti nelle aule di giustizia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X