Ecco dove si paga solo il 2% di tasse su centinaia di milioni

A
A
A
di Redazione 20 Gennaio 2017 | 09:24

Tra i paradisi fiscale meno noti c’è il rigoroso Canada. Come scrive Il Sole 24 Ore, infatti, il Paese ha un sistema fiscale ibrido (mix tra tassazione territoriale e mondiale) che permettere di pagare appena il 2% di tasse su profitti nell’ordine di centinaia di milioni, come spiega Stefano Latini dell’agenzia delle Entrate in un’interessante analisi.

I pilastri di questo sofisticato sistema di tassazione sono due. Primo: Ottawa tassa i suoi residenti sul loro reddito mondiale, ma nello stesso tempo permette una quasi totale esenzione per “i nuovi residenti permanenti” che abbiano dirottato patrimoni, redditi e plusvalenze su appositi trust offshore registrati presso giurisdizioni a bassa tassazione. Secondo: i cittadini canadesi che non sono residenti in Canada non pagano alcuna tassa sul loro reddito mondiale, a condizione che sia realizzato oltreconfine.

In questo modo gli stranieri “nuovi residenti permanenti” canadesi possono registrare un trust offshore strutturato per ospitare i redditi provenienti da fonti non canadesi, plusvalenze incluse, per una durata massima quinquennale. Ma la pacchia non finisce nemmeno dopo cinque anni, poiché il “nuovo residente permanente” può a quel punto scegliere di acquisire la cittadinanza canadese e, in contemporanea, optare per lo status di non residente ai fini fiscali canadesi. In questo modo i guadagni concentrati nel trust offshore non corrono nessun rischio di essere tassati anche a franchigia quinquennale scaduta.

Ma è legale? A partire dal 2009, spiega ancora Latini, il Canada ha firmato ben 23 accordi di scambio di informazioni fiscali (i cosiddetti Tiea) con tutti i paradisi fiscali caraibici. In questo modo le multinazionali canadesi hanno potuto registrare società scudo o controllate nei paradisi fiscali, concentrandovi anche struttura di controllo e profitti, con il risultati di abbattere l’imposizione fiscale a livelli microscopici. Il rimpatrio in Canada dei profitti offshore dalle Barbados, per esempio, è tassato appena al 2,5% (con parte di questi profitti, ironia della sorte, probabilmente realizzati proprio in Canada).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X