Casa e lavoro: tutte le agevolazioni per i giovani

A
A
A
di Redazione 6 Marzo 2017 | 10:03

Anche grazie al programma Garanzia giovani, sono state messe a punto dal governo una serie di bonus e incentivi nell’immobiliare e nel lavoro. Ecco, come ricorda Il Sole 24 Ore, le principali misure in atto per il 2017.

1. Assunzioni a tempo indeterminato
Sgravio totale per i datori di lavoro (imprese nei limiti del regime “de minimis”) di otto regioni italiane (Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania, Abruzzo, Molise e Sardegna) che assumono con contratti a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante, o nel caso di rapporto part-time e di trasformazione a tempo indeterminato del contratto a termine. Le assunzioni devono riguardare i giovani disoccupati tra i 15 e i 24 anni, o con più di 24 anni se privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi. Si tratta di uno sgravio totale dei contributi previdenziali con il tetto di 8.060 euro annui per una durata massima di 12 mesi, che si applica per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017.

2. Per almeno sei mesi
Si applica ai datori di lavoro, su tutto il territorio nazionale, che assumono giovani non occupati e non impegnati in percorsi di istruzione o formazione con contratto a tempo indeterminato, contratto di apprendistato professionalizzante, contratto a tempo determinato di durata iniziale di almeno sei mesi. Destinatari della misura finanziata con 200 milioni sono gli iscritti a Garanzia giovani tra i 16 e i 29 anni. Anche in questo caso è previsto lo sgravio totale dei contributi previdenziali per il lavoratore assunto nel 2017 con contratto a tempo indeterminato o di apprendistato (con un tetto di 8.060 euro annui per un massimo di 12 mesi), mentre in caso di assunzione a termine per almeno sei mesi, lo sgravio è del 50% (e il tetto si dimezza a 4.060 euro annui).

3. Tirocinio
Decontribuzione per i datori che assumono con contratto a tempo indeterminato o in apprendistato giovani che hanno già svolto presso lo stesso datore attività di alternanza scuola-lavoro, o, se universitari, tirocini curriculari, o effettuato un periodo di apprendistato duale. L’incentivo si applica alle assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017, sotto forma di sgravio totale dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con un tetto di 3.250 euro annui per un massimo di 36 mesi.

4. La casa in leasing
Prorogata per tutto il 2017 dalla legge di Bilancio la detrazione dall’Irpef del 19% sugli acquisti o costruzioni, tramite leasing, di abitazioni da parte di giovani, con età inferiore a 35 anni, con un reddito complessivo non superiore a 55.000 euro e non già titolari di diritti di proprietà su altri immobili a destinazione abitativa.

5. Bonus cultura
Anche i giovani che compiranno 18 anni nel 2017 possono usufruire del bonus cultura. Si tratta del plafond di 500 euro, utilizzabile attraverso una carta elettronica, che già il Governo aveva messo a disposizione quest’anno. Per il 2017 le procedure rimangono invariate, così come non cambia la dote complessiva a disposizione (290 milioni di euro), nonché la platea dei beneficiari: circa 570mila giovani.

6. Bonus ristrutturazioni
La legge di bilancio 2017 proroga la detrazione Irpef per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, destinati ad abitazioni ristrutturate, che si applicherà ancora, per un importo massimo di spesa di 10.000 euro, nella misura del 50% per le spese sostenute sino al 31 dicembre 2017. Rispetto alla formulazione dell’agevolazione attualmente in vigore, la proroga per il 2017 del “bonus mobili” viene riconosciuta ai soggetti che sull’abitazione da arredare hanno avviato interventi, agevolati con il “bonus edilizia”, a decorrere dal 1° gennaio 2016, escludendo quelli iniziati antecedentemente a tale data. Salta, invece, la proroga del “bonus mobili” per le giovani coppie che acquistano una “prima casa”, alle quali per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2016 viene attribuita una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della nuova abitazione “prima casa” per un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

E-commerce e bonus arredo casa: +44% in 3 anni, la corsa alla detrazione fiscale è online

#CasaConviene, il Mef spiega i bonus fiscali per gli immobili

NEWSLETTER
Iscriviti
X