Mutui online, il risparmio per gli interessi arriva fino a 25mila euro

A
A
A
di Redazione 28 Marzo 2017 | 10:53

Il mutuo online altro non è che un normale mutuo che viene scelto via Internet, invece che presso la sede fisica della banca. Ottenere il maggior numero di preventivi – in poco tempo e a condizioni vantaggiose – fa la differenza. Rispetto al canale tradizionale, un comparatore on line fa proprio questo: consente al potenziale mutuatario di visualizzare velocemente i prodotti delle varie banche e di valutare le diverse proposte sulla base dei requisiti richiesti (durata, importo, tasso fisso o variabile) con un notevole risparmio di tempi e costi.

E il principale risparmio per l’utilizzatore del canale online risulta essere il costo totale degli interessi del mutuo che dovranno essere pagati alla banca nel corso del piano di rimborso del proprio finanziamento. È questa un’evidenza che emerge da un’indagine di MutuiSupermarket.it. Il comparatore di mutui per privati e famiglie ha calcolato, sugli ultimi 5 anni, il risparmio medio che la scelta del proprio mutuo attraverso internet ha permesso di ottenere a chi si è affidato all’online per la scelta del miglior finanziamento casa.

Per confrontare le offerte di mutuo online con quelle offline è stato utilizzato il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale): questo è rinomatamente il miglior indice sintetico di costo, espresso in valore percentuale, che permette di confrontare facilmente la convenienza di un mutuo rispetto ad un altro. Il TAEG considera infatti al suo interno sia il costo per interessi, rappresentato dal tasso di interesse offerto dalla Banca (il cosiddetto TAN – Tasso Annuale Nominale), che tutte le spese obbligatorie da sostenere per ottenere il proprio mutuo, tipicamente le spese per istruttoria del mutuo e le spese di perizia dell’immobile.

Per quanto riguarda i mutui a tasso variabile, sul periodo 2011 – 2016, il portale ha permesso di ottenere un risparmio totale, in termini di minore TAEG rispetto al TAEG medio di mercato, pari all’1% con punta dell’1,3% nel terzo trimestre 2016. In soldoni: un risparmio di un 1,3% di tasso su un mutuo di € 140.000 a 20 anni equivale a un risparmio per il futuro mutuatario di circa € 25.000 in interessi sul corso del piano di rimborso del proprio mutuo.

Per quanto riguarda invece i mutui a tasso fisso, sul periodo 2011 – 2016, il portale ha permesso di ottenere un risparmio totale, in termini di minore TAEG rispetto al TAEG medio di mercato, pari allo 0,5% con punta dell’1% nel terzo trimestre 2016. Un risparmio sul tasso annuo effettivo globale di un 1% su un mutuo di € 140.000 a 20 anni equivale a un risparmio per il futuro mutuatario di circa € 17.000 in interessi sul periodo di rimborso del proprio mutuo.

“Oggi giorno è sempre più comune sentire dire ‘guarda online prima di comprare, troverai sicuramente il miglior prezzo’, ma in ambito mutui casa per privati e famiglie, prima di oggi non era mai stato quantificato l’effettivo risparmio ottenibile dal potenziale mutuatario che decide di affidarsi ad internet per la scelta del proprio mutuo”, commenta Stefano Rossini, Amministratore e Fondatore di MutuiSupermarket.it. “Utilizzando i dati pubblici pubblicati trimestralmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze sui tassi medi di mercato per mutui a tasso variabile e a tasso fisso, siamo riusciti finalmente a fornire un numero di riferimento: nel terzo trimestre 2016, scegliere il mutuo online tramite MutuiSupermarket.it ha permesso al consumatore di ottenere un risparmio sul tasso finale comprensivo di oneri obbligatori (il cosidetto TAEG) di circa l’1,3% per i mutui a tasso variabile e di circa l’1% per i mutui a tasso fisso. Questo equivale a dire un risparmio in interessi – su un mutuo di 140.000 euro a 20 anni – di circa 25.000 euro per un mutuo a tasso variabile e 17.000 euro per un mutuo a tasso fisso. Crediamo che queste cifre forniscano un importante punto di riferimento e motivo di riflessione per ogni consumatore che si accosta al tema mutuo, e sta per compiere forse la più importante decisione finanziaria della propria vita. Un risparmio di tale importanza permette infatti di coprire una importante parte delle spese che tipicamente si affrontano nel momento dell’acquisto casa, quali ad esempio spese di intermediazione immobiliare, notarili e spese legate al trasferimento e preparazione del nuovo immobile”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Tasso fisso o variabile?

Costi di casa: le tariffe aumentate dopo l’emergenza Covid

Una casa di proprietà costa cara, in media 11.304 euro all’anno

NEWSLETTER
Iscriviti
X