Matrimoni, comunioni e anniversari tra le cause di indebitamento degli italiani

A
A
A
di Redazione 10 Aprile 2017 | 08:48

Si avvicina la stagione delle cerimonie. Tra battesimi, comunioni e matrimoni l’Osservatorio Prodeitalia rivela la tendenza degli italiani a chiedere un prestito e ad indebitarsi per coprire le spese derivanti da occasioni e ricorrenze. Dopo il prestito per l’acquisto di una casa (46,8%) e la necessità di pagare debiti precedentemente accumulati (27,6%), il Rapporto Eurispes di quest’anno evidenzia come il 17,9% delle famiglie si rivolge ad istituti di credito per sostenere i costi derivanti da cerimonie ormai sempre più dispendiose.

Da un’indagine condotta dall’Osservatorio Prodeitalia che, nell’ultimo anno ha analizzato la situazione economica di circa 200 famiglie assistite, risulta come il 5,3% si è indebitato a causa di matrimoni, comunioni o anniversari, mentre l’1,4% delle famiglie ha contratto un debito anche solo per l’acquisto di un regalo. La percentuale sale al 2,8% se si prendono in considerazione i prestiti accesi per l’acquisto di abiti da cerimonia.
“Sono dati che testimoniano la difficoltà degli italiani, in condizioni sempre più precarie, tanto che un evento come una comunione o un anniversario può incidere pesantemente sull’economia di una famiglia”, afferma l’Avvocato Francesca Scoppetta, uno degli ideatori del Progetto Prodeitalia. “Purtroppo la volontà di non rinunciare a certi standard di consumo porta le persone ad indebitarsi anche per impegni apparentemente meno irrinunciabili, ma che concorrono a definire uno stato sociale di appartenenza e che, quindi, assumono un valore che va al di là della semplice partecipazione ad un evento”.

Un ulteriore dato che emerge dall’Osservatorio riguarda i debiti contratti per prenotare le vacanze. Il 2,1% delle famiglie italiane dichiara, infatti, di ricorrere a prestiti per poter avere la possibilità di distrarsi e concedersi un momento di relax. Nel 2015 ammontavano a 26 milioni di euro i debiti contratti per le vacanze (dati indagine Facile.it e Prestiti.it), seppur la situazione sia migliorata, resta ancora una pratica comune quella di ricorrere a prestiti per viaggi e per il tempo libero. Frequenti anche le situazioni in cui tali prestiti vanno a gravare o a peggiorare una condizione di indebitamento già esistente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cina alle prese con uno yuan troppo debole e con debiti in crescita

Debiti pubblici e privati…

Sempre più giovani si indebitano pur di andare in vacanza

NEWSLETTER
Iscriviti
X