Rc Auto, a cosa prestare attenzione per evitare le truffe online

A
A
A
di Redazione 23 Giugno 2017 | 12:45

Da anni ormai internet è diventato un supporto fondamentale per trovare offerte per la propria polizza auto. Ecco perché sul web è tutto un fiorire di offerte assicurative spesso allettanti, che però possono essere irregolari.

Come fare a non trovarsi in spiacevoli situazioni? Prima di sottoscrivere una polizza della quale non si è troppo sicuri, sul sito dell’IVASS (l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) vanno controllati:

a) gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia (elenchi generali ed elenco specifico per la RC auto);
b) l’elenco degli avvisi relativi a “Casi di contraffazione o società non autorizzate; siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione”
c) il Registro unico degli intermediari assicurativi e l’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea.

L’Istituto raccomanda di assicurarsi che i siti web degli intermediari che esercitano l’attività di intermediazione tramite internet debbano sempre indicare:

a) i dati identificativi dell’intermediario;
b) l’indirizzo della sede, il recapito telefonico, il numero di fax e l’indirizzo di posta elettronica;
c) il numero e la data di iscrizione al Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi nonché l’indicazione che l’intermediario è soggetto al controllo dell’IVASS.

Per gli intermediari dello Spazio Economico Europeo (SEE) abilitatati ad operare in Italia il sito web deve riportare, oltre ai dati identificativi ed ai recapiti sopra indicati, l’indicazione dell’eventuale sede secondaria nonché la dichiarazione del possesso dell’abilitazione all’esercizio dell’attività in Italia con l’indicazione dell’Autorità di vigilanza dello Stato membro di origine. In caso permangano ancora dubbi si possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact Center dell’IVASS al numero verde 800 486661 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.30.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Prima Assicurazione integra Amazon Pay come sistema di pagamento

Assicurazioni auto: entro il 2020 il 17% saranno digitali

InsurTech, le migliori 7 startup in Europa

NEWSLETTER
Iscriviti
X