Come scoprire la falsa compravendita dietro alla vendita di un immobile

A
A
A
di Redazione 5 Luglio 2017 | 13:55

Vendita o donazione casa? A volte dietro la vendita di un immobile si nasconde in realtà una donazione. Prima di tutto bisogna considerare che l’atto di proprietà non è una prova intangibile che si sia trattato della vendita di una casa e non di una donazione. Mettiamo il caso, scrive La Legge per Tutti, di un genitore che prima di morire apparentemente venda una casa al proprio figlio, quando in realtà si è trattato di una donazione, e in questo modo priva gli altri figli della propria quota di legittima proprietà. Questi, secondo una recente sentenza del Tribunale di Padova, possono dimostrare che si è trattato di una vendita falsa attraverso testimoni o indizi, quali ad esempio:

-L’assenza di tracce del pagamento del prezzo dell’immobile con conseguente passaggio di denaro tra venditore e acquirente
-Il valore di vendita dell’immobile, indicato nel contratto, è nettamente inferiore a quello effettivo.
-Il fatto che il genitore non abbia bisongo di denaro visto la presenza di consistenti risparmi accumulati in banca
-Il fatto che il venditore abbia conservato l’usufrutto della casa

Secondo i giudici del Tribunale tali indizi sono sufficienti a dimostrare la volontà delle parti di non prevedere un pagamento per la cessione dell’immobile. Gli indizi e i testimoni sono validi solo per quanto riguarda i terzi e i creditori. Nel caso in cui sia proprio il beneficiario a voler dimostrare al giudice che il passaggio di proprietà è frutto di una donazione e non di una vendita dovrà ricorrere a una scrittura privata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X