Dimmi chi sei e ti dirò il mutuo migliore per te

A
A
A
di Redazione 13 Luglio 2017 | 09:48

A seconda del tuo profilo professionale è meglio optare per un mutuo invece di un altro. Un’indagine del Corriere della Sera, effettuata utilizzando i dati di MutuiOnline.it, ha scelto il finanziamento migliore per le quattro diverse situazioni tipo.

1. Professionista
È il caso di un manager di 50 anni con un reddito mensile di 6000 euro che richiede un mutuo di 180mila euro a 10 anni per acquistare una casa di 400mila euro. In questo caso il migliore mutuo a tasso fisso è quello di IW Bank con una rata mensile id 1612, 28 euro al tasso nominale dell’1,45% e tasso effettivo dell’1,60%. Se invece si opta per il variabile, il più conveniente è Unicredit con una rata mensile di 1550, 99 euro con un tasso effettivo dello 0,86%.

2. Coppia quarantenne
Una coppia con uno stipendio cumulativo di 3000 euro che richiede un mutuo di 150mila euro per un immobile di 250mila euro per una durata di 15 anni. Il mutuo più conveniente per il variabile viene offerto da IWBank con una rata mensile di 894,45 euro e taeg dell’1,01%. Per il tasso fisso c’è Webank con una rata mensile di 957,50 euro e taeg 1,94%.

3. Genitore single
È il caso di una madre o padre single quarentenne con un reddito di 2500 euro per un mutuo di 140mila euro a 20 anni per un immobile di 200mila euro. Il mutuo più conveniente, sia per il fisso che per il variabile, è quello di IW Bank, mentre in seconda posizione troviamo Intesa Sanpaolo e Unicredit per il fisso e Webank.it e Widiba per il variabile.

4. Giovane con reddito basso
È il caso di un giovane insegnante con un reddito di 1500 euro che acquista un immobile del valore di 150mila euro finanziandolo per 120mila euro a 30 anni. In questo caso il mutuo a tasso fisso più conveniente è quello di Intesa Sanpaolo con una rata mensile di 461, 76 euro con tasso effettivo del 2,47%; mentre per il variabile il più conveniente è quello di Deutsche Bank con una rata mensile di 383, 77 euro con un taeg dell1,05%.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mutui prima casa giovani: la garanzia dallo Stato scende all’80%

Banche, richieste di mutui in forte crescita

L’altolà di Banca d’Italia: possibili vincoli su mutui e prestiti

NEWSLETTER
Iscriviti
X