Postepay, la truffa che ti costa 3.000 euro

A
A
A
di Redazione 29 Agosto 2017 | 08:10

Tra le tante truffe che passano via mail o Whatsapp, questa nuova su Postepay gira sul sistema più classico della telefonata del finto call center. E le vittime non sono solo anziane: il più eclatante è stato il caso di una 26enne di Torre del Greco alla quale rispondere a questa telefonata truffa è costato ben tre mila euro. Purtroppo la truffa della Postepay, oltre ad essere molto efficace statisticamente, è anche tra le più dannose perché i titolari non hanno le stesse tutele di rimborso dei correntisti.

Al momento della denuncia, riporta InvestireOggi.it, la vittima ha raccontato di aver ricevuto una telefonata da un finto call center Postepay: mentre nel phishing via email si riscontrano nel testo palesi errori grammaticali, la voce dell’operatore era distinta e professionale. “Signorina, le comunichiamo che stiamo aggiornando i sistemi di sicurezza interni, avremmo bisogno del suo codice titolare e del pin: lo facciamo per proteggerla”. La giovane ammette di non aver sospettato che potesse trattarsi di una truffa. Ingenuamente quindi, come richiesto, ha fornito i suoi dati all’operatore telefonico, comunicando al telefono anche il codice di sicurezza e il pin. Ricordiamo che Poste Italiane non chiede mai questi dati sensibili via email o al telefono.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Postepay, occhio alla truffa dell’estate

Ecco la super offerta estiva per chi compra Postepay

Hai Postepay e non sai come ricaricarla? Scopri i modi più convenienti

NEWSLETTER
Iscriviti
X