Mutui: nel 2017 in crescita erogato e loan to value

A
A
A
di Luca Spoldi 30 Gennaio 2018 | 10:05

Mutui, sale l’erogato

Buone notizie per chi deve chiedere un mutuo: secondo l’Osservatorio Facile.it e Mutui.it, nel corso dello scorso anno il taglio medio erogato è stato pari a 128.227 euro, in aumento del 7,61% rispetto al 2016. Il “loan to value” (ossia il rapporto tra il mutuo e il valore dell’immobile relativo, ndr) per la richiesta è passato dal 57% al 61%, per l’erogato è salito dal 54% al 60%. Il tasso fisso è risultato scelto nel 73,6% dei casi (rispetto al 69,8% registrato nel 2016).

Cresce anche il loan to value

“L’aumento del loan to value erogato è legato da un lato alla maggiore disponibilità da parte delle banche a concedere mutui di importi più elevati” – spiega Ivano Cresto, responsabile business unit mutui di Facile.it – “dall’altro all’incremento della richiesta media degli aspiranti mutuatari che, incentivati dai tassi bassi, frutto delle politiche monetarie della Bce, tendono a chiedere somme più alte così da conservare in cassa una maggiore liquidità”.

Trend positivo per i mutui prima casa

Il trend positivo è confermato anche dai mutui prima casa: sempre secondo l’Osservatorio, l’importo medio richiesto è infatti salito, nel 2017, a 137.056 euro, in crescita del 2,59% rispetto al 2016, mentre l’erogato medio ha raggiunto i 135.032 euro, (+7,01% rispetto all’anno precedente). Sarà il frutto della ripresa in corso o della maggiore disponibilità delle banche a tornare a concedere prestiti ora che la pulizia di bilancio ha iniziato ad alleggerirne i conti dei crediti deteriorati pregressi?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X