Credito: il 2018 parte con prestiti e depositi in aumento, tassi stabili

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Marzo 2018 | 16:39

Crescono i prestiti alle imprese

In gennaio i prestiti al settore privato (corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti del 2,7% su base annua (+1,8% nel mese di dicembre). I prestiti alle famiglie sono cresciuti del 2,8% (come nel mese precedente), mentre quelli alle società non finanziarie sono aumentati dell’1,9% (+0,2% in dicembre).

Anche i depositi tornano a correre

Lo ha annunciato oggi Banca d’Italia, aggiungendo come sempre a gennaio, i depositi del settore privato siano aumentati del 5,6% su base annua (+4,4% a dicembre), la raccolta obbligazionaria sia calata del 16,7% (-16,1% nel mese precedente) mentre le sofferenze sono diminuite del 9,3% su base annua (erano diminuite del 10,3% nel mese precedente).

Tassi stabili sui nuovi prestiti

Dal canto loro i tassi d’interesse sui prestiti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto di immobili, comprensivi di spese accessorie, sono rimasti stabili al 2,27% annuo; quelli per le nuove erogazioni di credito al consumo sono risultati pari all’8,45%, mentre le imprese non finanziarie hanno visto calare all’1,45% medio (dall’1,50% di dicembre) i tassi sui nuovi prestiti, ovvero all’1,90% nel caso di prestiti inferiori al milione di euro e al’1,12% per i prestiti superiori a tale soglia. I tassi passivi sui depositi sono nel complesso rimasti stabili allo 0,38%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’altolà di Banca d’Italia: possibili vincoli su mutui e prestiti

Tips, la piattaforma europea per i pagamenti elettronici potrebbe favorire la nascita dell’euro digitale

Compro oro sotto i riflettori, cresce rischio riciclaggio?

NEWSLETTER
Iscriviti
X