Mercato immobiliare sottotono anche in luglio in Italia, da Napoli segnali di ripresa

A
A
A
di Luca Spoldi 31 Luglio 2018 | 16:50

Anche a luglio prezzi in calo per le case italiane

Prezzi delle case di seconda mano in lieve flessione in luglio (-0,2% su giugno), secondo quanto riporta l’ufficio studi di Idealista. Il prezzo medio in Italia scivola così a 1.793 euro per metro quadro, pari al 2,5% (46 euro al metro quadro) in meno rispetto a 12 mesi or sono, a conferma di come il calo del mattone italiano perduri, per quanto mostri ormai segni di rallentamento.

Transazioni fiacche in 14 regioni su 20

In un mese tradizionalmente fiacco per le compravendite, le richieste dei proprietari si sono ulteriormente appiattite (sul mercato immobiliare italiano potrebbe aver pesato le distrazioni di un evento sportivo come i mondiali di calcio, precisa l’ufficio studi di Idealista), con 14 regioni su 20 caratterizzate da deboli oscillazioni: si va dal +0,8% dell’Emilia Romagna al -0,9% della Puglia.

Liguria resta la regione più cara, in media

Basilicata (+6,6%), Molise (+2%) e Trentino Alto Adige (+1,2%) segnano le performance migliori, mentre le contrazioni più decise riguardano Valle d’Aosta (-2,1%), Liguria (-1,2%) e Friuli Venezia Giulia (-1%). La Liguria resta la regione più cara a livello di valori nominali con 2.536 euro al metro quadro, seguita da Lazio (2.406 euro/m2) e Valle d’Aosta (2.403 euro/m2). Sul fondo della graduatoria troviamo la Calabria, ancorata ai suoi 880 euro al metro quadro, davanti ad altre 2 regioni del sud, Molise (1.025 euro/m²) e Sicilia (1.124 euro/m2).

A Napoli prezzi al metro quadro in ripresa

I prezzi a livello di grandi mercati sono sempre più stabili. Le variazioni maggiori questo mese a Trapani (-2,6%), Matera (-4,2%) e Catanzaro (-5,5%). Correzioni verso l’alto per Pavia (5,3%) Vicenza (5,4%) e Napoli (5,4%), che guida la ripresa delle grandi piazze immobiliari, insieme e a Bologna (1%) e Milano (0,6%). Roma (-0,5%), Firenze (-0.5%), Palermo (-0,4%) e Torino (-0,2%) segnano ancora variazioni negative anche se marginali e i prezzi sono sostanzialmente stabili. Nella graduatoria dei prezzi Venezia (4.387 euro/m²) resta prima, davanti a Firenze (3.581 euro/m²) e Bolzano (3.448 euro/m²). Biella con 720 euro al metro è la città più economica d’Italia, davanti a Caltanissetta (729 euro/m²) e Agrigento (861 euro/m²).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti immobiliari, case: affitti in crescita del 5,8% in Italia

Investimenti: case, l’analisi e le previsioni di Banca d’Italia

Ristrutturazioni ed Ecobonus, ecco le azioni per sfruttare il business a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X