Milano, così cambia forma

A
A
A
di Private 21 Novembre 2016 | 01:00

L’immobiliare milanese è piena trasformazione, grazie soprattutto a un tris di iniziative di grandi portata. Mentre di pari passo cala lo stock di invenduto, a dimostrazione di un mercato tornato dinamico.
Per rispondere a queste domande Sigest, Gruppo di real estate che opera da trent’anni nel mercato residenziale, ha realizzato la ricerca “I nuovi trend dell’abitare e il mercato residenziale a Milano. Analisi della domanda e delle iniziative di nuova costruzione in città”. Si tratta della terza edizione di uno studio che fotografa l’evoluzione della zona centrale della città, da cui l’innovazione si dirama poi verso la periferia, proprio come gli effetti di una goccia stillata in un liquido: produce cerchi concentrici che dal centro si propagano fino agli estremi.

Oltre 100 eventi in corso
Lo studio ha preso in analisi il mercato residenziale compreso nella Circonvallazione di Milano: le 102 iniziative di nuova costruzione o di completa ristrutturazione attualmente in commercio sono pari a 4.184 appartamenti (erano 4.142 nella scorsa pubblicazione 2015). Il 33% del mercato del nuovo è costituito da 3 grandi iniziative (CityLife, Porta Nuova e Parco Vittoria), per un totale di circa 1.400 unità residenziali. Le restanti 99 operazioni sono caratterizzate da un numero di appartamenti minore: l’87% delle iniziative, infatti, ha meno di 50 unità (47% meno di 20 e 40% tra 21 e 50).

Mercato in ripresa
Lo stock di invenduto è pari al 33% (1.400 unità circa) del montante complessivo di tutte le iniziative in essere, contro il 41% dello scorso anno. Le unità cedute negli ultimi 12 mesi sono 547: di queste, il 33% (178 unità) riguarda il prodotto più recente, messo in commercio dalla primavera 2015.
Dal punto di vista della realizzazione degli immobili, il 75% degli appartamenti (circa 3.200) è in pronta consegna, per circa 500 unità la consegna è prevista a fine 2016.

Nuove tendenze

Al di là dei numeri, il Centro Studi Sigest ha identificato significative tendenze nella trasformazione della modalità di abitare contemporaneo, che caratterizzeranno il modo di concepire e progettare la casa dei prossimi anni.
In termini di layout, nell’abitazione si rileva un aumento della superficie per cucine e living, una diminuzione della superficie per corridoi e disimpegni e una diversificazione dei bagni in funzione dell’utilizzo.
Per un costante aggiornamento sui nuovi trend dell’abitare Sigest ha predisposto un nuovo blog (www.tomorrowliving.it) e proseguirà la sua attività di ricerca con un evento in programma a Milano nella giornata di mercoledì 10 maggio 2017.

Vito Andreola

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X