Nel private come in vetta

A
A
A
di Private 18 Novembre 2016 | 01:00

La visione di lungo termine e la capacità di costruire relazioni destinate a durare e a rafforzarsi. Federico Sella, amministratore delegato di Banca Patrimoni Sella & C, racconta a PRIVATE il suo stile di lavoro e le sue passioni.
Come definirebbe il vostro approccio al private banking?
Sono appassionato di montagna e mi piace utilizzare la metafora dello scalatore: per raggiungere la vetta occorre fissare un chiodo alla volta per far passare la propria corda ed assicurarsi da qualsiasi caduta. Grazie a questo approccio strutturato, prudente ed orientato al lungo termine, siamo riusciti a raggiungere una vetta costituita da più di 9,5 miliardi di stock di raccolta e un utile netto di 9 milioni di euro a fine 2015, mentre le commissioni nette sono cresciute di 16 punti percentuali negli ultimi tre anni.
Quali i risultati di quest’anno?
Il trend in progresso si è confermato anche nella prima metà del 2016, nonostante un contesto di mercato volatile e molti fattori di incertezza. La nostra solidità deriva, oltre che dalla storia, dalla tradizione e dalla continuità aziendale, anche dalla patrimonializzazione più che in linea con gli standard richiesti, sia per quanto concerne Banca Patrimoni che per quanto riguarda Banca Sella. Banca Patrimoni Sella & C. al 30 giugno 2016, infatti, ha registrato un CET1 Ratio pari al 15,51%, mentre quello di Banca Sella è pari al 15,09%.
Da un passato prestigioso, come quello del gruppo Banca Sella, al futuro. Quali progetti avete in cantiere?
La nostra strategia si basa su un piano di interventi mirati e costanti nel tempo in grado di far evolvere con continuità il nostro modello di business. Abbiamo infatti l’obiettivo di aumentare progressivamente la presenza territoriale in tutto il Paese. A settembre abbiamo inaugurato la sede di Padova all’interno di Palazzo Colonneche si affianca all’ufficio dei consulenti finanziari di Palazzo Tendenza. Questa apertura rappresenta un ulteriore tassello nel programma di rafforzamento della nostra presenza nel Triveneto dove eravamo già presenti.
Prosegue, inoltre, l’attività di selezione di private banker di elevato standing e di comprovata professionalità. Ad oggi ci sono circa 400 banker, di cui il 75% consulenti finanziari e il restante dipendenti. Ci sarà, quindi, soprattutto un ricambio dovuto al fattore generazionale. La continua evoluzione del contesto di mercato e della normativa, inoltre, ci spinge a far evolvere il nostro modello facendo leva sull’innovazione. Questa si esplica sia attraverso un importante progetto di rinnovamento tecnologico della piattaforma di consulenza, sia per mezzo del rafforzamento della nostra “identità visiva”.
Che cosa intende?
Il mercato riconosce il nostro stile sobrio e trasparente, e vogliamo che anche il nostro marchio rappresenti queste qualità distintive. In particolare il progetto di sviluppo dell’identità visiva prevede un’immagine più moderna, a partire dal layout delle nostre succursali e dei nostri centri di consulenza finanziaria, mantenendo tuttavia i valori di Banca Patrimoni Sella & C.

Rosaria Barrile

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X