Soros vede nero per il futuro dell’euro

A
A
A
Private di Private30 dicembre 2016 | 01:00

“Il futuro dell’euro è a rischio”. E’ la convinzione di George Soros, uno dei più potenti e ascoltati protagonisti del mercato finanziario. Il gestore hedge, da anni dedito alla filantropia, ritiene che la principale minaccia arrivi dal fronte geopolitico. “In Francia i due
principali contendenti per la presidenza”, Marine Le Pen del Front National e François Fillon del centrodestra, «sono vicini a Putin e desiderosi di blandirlo. Se vincerà uno dei due, il dominio di Putin sull’Europa diventerà un fatto compiuto”, sostiene Soros.
Questo porterebbe l’Ue a un passo dalla fine. Per il finanziere di origini ungheresi “le forze della disgregazione hanno ricevuto un forte impulso nel 2016, prima dalla Brexit, poi dall’elezione di Trump negli Stati Uniti e il 4 dicembre dal rifiuto degli elettori italiani, con un ampio margine, delle riforme costituzionali”.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Banca del Fucino, scricchiola l’intesa con Barents

L’operazione Banca del Fucino-Barents è in bilico. Secondo quanto riportato da MF, non è pi ...

Bitcoin, arrivano le criptotasse

Diversi paesi hanno intenzione di sottoporre a imposizione scale le valute virtuali. ...

TH Real Estate, deal in Florida

La società ha acquisito Sole at Casselberry, una proprietà multifamiliare da 336 unità abitative ...