I fondi hedge rialzano la testa

A
A
A
di Luigi Dell'Olio 6 Aprile 2017 | 08:00

Nei primi tre mesi del 2017, il fondo Pure Alfa di Ray Dalio ha guadagnato il 2,3%, in linea con il progresso del 2,4% ottenuto nell’intero 2016. Un segnale positivo per Bridgewater Associates , la società di hedge fund più grande al mondo, dato che il fondo ha un peso preponderante nelle strategie macro della società.

Ma è un segnale positivo anche per il resto dell’industria hedge, data l’importanza dei soggetti in gioco. In difesa degli alternativi, che negli 18 mesi hanno registrato una pioggia di deflussi, si è espresso anche Leon Cooperman, ricordando che “né Warren Buffett , né Mario Gabelli, Stan Druckenmiller e Ken Langone sono diventati ricchi acquistando fondi indice”. Per poi aggiungere che “il settore dei fondi alternativi ha alti e bassi, come tutti i mercati, ma nel lungo termine ha sempre restituito performance superiori alla media del mercato”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptovalute, Ray Dalio: yuan digitale concorrente del Bitcoin

Hedge Fund, i dolori di Ray Dalio e il nuovo boom alle porte

Il socio di Ray Dalio avverte: rischio svendita titoli statunitensi

NEWSLETTER
Iscriviti
X