Private Equity in Asia, tanti soldi ma meno occasioni

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara21 aprile 2017 | 07:50

Secondo un report pubblicato dai Bain&Co., i fondi di private Equity nell’area dell’Asia Pacifico hanno ben 136 miliardi di dollari di disponibilità liquide ma incontrano non poche difficoltà nel trovare investimenti realmente attraenti, a causa delle valutazioni un po’ troppo tirate di diverse aziende. Nel 2016, per Bain&Co. le operazioni effettuate dal private equity nella regione dell’Asia-Pacifico hanno raggiunto il valore di 92 miliardi di dollari nel 2016, in calo di circa il 25% rispetto ai 124 miliardi del 2015. Nel 2016 si è registrato comunque il livello più alto di sempre per gli investimenti asiatici del private equity che, sempre secondo Bain&Co., rimarranno alti anche anche nel 2017, soprattutto nel settore dei beni di consumo che beneficia della crescita della classe media in quest’area geografica.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credit Suisse, rendimento sulla rotta di Marco Polo

Private banking, l’Asia tira ancora

In Asia Ubs va a caccia di clienti donne

Ti può anche interessare

Il buyback di Herbalife può spremere l’hedge fund

La società che produce alimenti nutrizionali riacquista le proprie azioni. Rischio di perdite milio ...

Private banking in Asia, il risiko continuerà. Parola di principe

E’ la previsione del principe Maximillian del Liechtenstein, ceo del gruppo LGT ...

Alcedo Sgr rileva il 60% di Atlantic Stars

Alcedo ha rilevato la partecipazione dai quattro fondatori Alessandro Squarzi, Cristiano Martelli, G ...