Anti-evasione: arriva la stretta

A
A
A
di Private 12 Giugno 2017 | 07:38

Il 1° luglio scatterà la rivoluzione dei controlli contro l’evasione fiscale. L’addio di Equitalia comporterà il debutto della Super-Agenzia delle Entrate che avrà maggiori possibilità di accesso alle banche dati per scovare gli evasori fiscali.
La riorganizzazione, con l’arrivo al vertice di Ernesto Maria Ruffini al posto di Rossella Orlando, si completa così la riforma dell’ente orientata a migliorare gli esiti delle procedure esecutive, passando dal 18% del 2015 (ultimo dato disponibile) al prospettato 80%.
Il nuovo ente potrà accedere ai dati dell’Anagrafe Tributaria e dell’Inps, ottenendo così le informazioni utili per pignorare lo stipendio, la pensione e le indennità. Il tutto in modo diretto, senza dover chiedere l’autorizzazione al giudice.
Il contribuente che riceverà la notifica del pignoramento conto corrente per bloccare l’azione dovrà presentare entro 60 giorni una richiesta di dilazione e rateizzazione. Accettata la richiesta di dilazione della cartella e pagata la prima rata del piano di ammortamento, il contribuente potrà presentare la richiesta di sblocco del conto corrente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fisco: più approfonditi i controlli sui conti correnti

Voluntary, più tempo per mettersi in regola

Voluntary disclosure: si cerca lo sprint finale

NEWSLETTER
Iscriviti
X