Cybersecurity, Family Office sotto attacco

A
A
A
di Andrea Telara 1 Giugno 2017 | 13:13

Non solo banche o istituzioni pubbliche. Per i pirati informatici c’è un nuovo bersaglio: i Family Office che gestiscono il 50% della ricchezza degli investitori di fascia altissima, quelli classificati come UHNWI (Ultra high net worth individuals). A rivelarlo è un’analisi effettuata da Citi Private Bank, che cita i dati della società di ricerca Campden Wealth. Secondo un sondaggio, ben il 15% dei Family Office di tutto il mondo ha subito almeno un cyberattacco con un danno economico medio generalmente inferiore a 50mila dollari. In un caso, però, il costo provocato dall’attacco informatico è stato superiore addirittura ai 10 milioni di dollari. Per questo, secondo Citi Prvate Bank, i Family Office devono investire nella cybersecurity, proteggendo i propri dati, stipulando coperture assicurative ad hoc e mettendo in pratica opportuni protocolli.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: opportunità e rischi della cybersecurity

Mercati, risiko nella cybersecurity

Asset allocation: la cybersecurity per il portafoglio

NEWSLETTER
Iscriviti
X