Kempen investe sui family offices

A
A
A
Private di Private19 giugno 2017 | 08:07

La Brexit potrà portare qualche problema al Regno Unito, ma non certo nel breve, né è ipotizzabile che questa scelta possa comportare un calo netto del business in quello che resta uno dei Paesi più ricchi del mondo. Così Kempen Capital Management ha spiegato la scelta di puntare ancora su Londra ingaggiando Guy Beech come responsabile della divisione family office.

Kempen può vantare in Uk asset in gestione per circa 42 miliardi di sterline e ha individuato nel segmento dei family office quello con il maggiore potenziale di crescita ancora inespressa. Da qui la scelta di puntare su un manager con esperienza trentennale nel settore, maturata in colossi come Stamford Associates, Columbia Threadneedle e Henderson.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, altra sconfitta per la May

Brexit affossa il pil inglese

Brexit, la May nel pantano dopo il no di Juncker

Brexit, la May vuole di nuovo trattare

Etf a prova di Brexit

Brexit, la May si salva

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Effetto Brexit, il mercato dei titoli di stato torna a Milano

Le banche d’affari e private in fuga da Londra

Brexit, fuga dei gestori in Lussemburgo

Gam si prepara a una hard Brexit

Dalla Brexit alla Brentry

Brexit, 50 banche in fuga dal Regno Unito

Brexit, Citigroup punta sul Lussemburgo

Consulenti, in Gran Bretagna la Brexit frena i loro compensi

La Brexit spinge i financial advisor alla condivisione

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Citigroup potrebbe assumere 150 dipendenti in Europa a causa della Brexit

Barclays vuole potenziare le attività a Dublino in vista della Brexit

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Brexit: dopo essere stata spavalda Theresa May deve usare toni più concilianti con la Ue

Brexit, M&G trasferisce quattro fondi in Lussemburgo

Brexit, al via il trasloco dell’Eba da Londra

Sterlina in calo, la Bank of England non ha fretta di alzare i tassi

Ti può anche interessare

Così la finanza alternativa sostiene le Pmi

La finanza alternativa comincia a uscire da una dimensione di nicchia e a proporsi come una soluzion ...

Hedge fund: performance in ripresa, ma pesano i deflussi

Arrivano segnali contrastanti dal settore degli hedge fund. Stando alle rilevazioni di Preqin, lugli ...

Il big degli hedge fund mette su casa a Chicago

Il noto gestore hedge Ken Griffin (nella foto), già noto per i suoi dispendiosi acquisti immobiliar ...