Banche, vince chi punta sul wealth management

A
A
A
Private di Private 21 Giugno 2017 | 08:15
Unicredit e Intesa Sanpaolo sono le banche italiane con i piani più ambiziosi nella gestione dei grandi patrimoni

Le banche con i migliori tassi di crescita sono quelle che puntano con decisione  sul wealth management, uno dei pochi settori del business creditizio che offre ancora un elevato potenziale di crescita sul fronte della redditività. A rivelarlo è uno studio di Excellence Consulting, società di consulenza del settore bancario, che ha esaminato i piani industriali delle principali banche italiane.

L’indagine sottolinea che sono Unicredit e Intesa SanPaolo a perseguire gli obiettivi più ambiziosi di crescita dei ricavi e degli utili: Unicredit mira ad ottenere nel 2019 per ciascun sportello circa 7,6 milioni di proventi e 1,6 milioni di utili, mentre Intesa Sanpaolo già a fine 2017 punta a conseguire proventi per sportello pari a 5,8 milioni e utili per sportello intorno ad 1,36 milioni di euro. In entrambi i casi si tratta di livelli importanti anche se considerati nel confronto con i principali player europeei del settore.

L’obiettivo ricercato di crescita della redditività è in generale rilevante, anche se vi sono delle significative differenze tra le banche nella capacità di generare ricavi, con le realtà più grandi (Intesa Sanpaolo e in parte Unicredit) che, oltre a beneficiarie delle economie di scala dovute alla maggiore dimensione, perseguono superiori obiettivi di crescita dei proventi operativi, anche attraverso una maggiore diversificazione dei loro modelli di business.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Le private bank puntino sugli affluent

Banchieri del Re Sole

Banca private del territorio

NEWSLETTER
Iscriviti
X