Intermobiliare, si avvicina la cessione

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio 27 Giugno 2017 | 08:06

Il salvataggio delle banche venete, realizzato con il combinato disposto di un’offerta per la good bank da parte di Intesa SanPaolo e della presa in carico dello Stato per la bad bank, avvicina la cessione degli asset di Veneto Banca e Popolare di Vicenza che possono generare cassa. E’ il caso della Banca Intermobiliare (Bim), attiva nel private banking  e fin qui controllata dall’istituto di Montebelluna, che è in cerca di un compratore.

“Avevamo iniziato a lavorare per creare una banca che fosse autonoma e diventasse un polo di private banking di fascia alta. Adesso riprendiamo quel progetto che aveva avuto un piccolo stop”, ha raccontato Giorgio Girelli, consigliere con deleghe della società di private banking che rientra tra gli asset non acquistati da Intesa Sanpaolo.

La cessione sul mercato è soluzione, tra quelle possibili, accolta con entusiasmo dall’ad: “Mi sembra di sognare”, dice. Nel frattempo la banca continuerà la sua attività in maniera ordinata, ricorda. Girelli auspica tempi brevi per la procedura di cessione sul mercato e confida in un forte interesse. “Spero che i tempi siano più rapidi possibili e che in qualche mese il processo si possa concludere. Non credo che sarà complicato. Bim è un soggetto molto interessante e appetibile sia per operatori finanziari che operatori di settore. In passato ho già avuto modo di rilevare un certo interesse”, ha aggiunto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche fallite, risarcimenti anche per i soci (ma solo in certe condizioni)

L’Arbitro Consob sulle banche venete: “Va risarcito anche l’azionista”

Mps e Banche venete, quasi 9mila esuberi e 2,8 miliardi di costi

NEWSLETTER
Iscriviti
X