KKR, ai vertici salgono Bae e Nuttall

A
A
A

Inizia così il percorso di successione alla guida della società, che attualmente vede al timone i due cofondatori rimasti, Henry Kravis e George Roberts.

Chiara Merico di Chiara Merico18 luglio 2017 | 09:48

Doppio cambio al vertice per KKR: il colosso del private equity, come rivela Finalternatives, ha nominato Joseph Bae Scott Nuttall nel ruolo di co-presidenti e co-coo. Inizia così il percorso di successione alla guida della società, che attualmente vede al timone i due cofondatori rimasti, Henry Kravis e George Roberts. Bae e Nuttall erano stati identificati come potenziali leader già dal 2014, spiega Reuters: ma KKR, a differenza dei concorrenti come Blackstone e Carlyle, non ha mai avuto nessuno che ricoprisse la carica di presidente o posizioni equivalenti. Ora la tendenza sta cambiando.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

KKR nel mirino dei fondi pensione Usa

KKR si rafforza in Francia con Veyrat

KKR chiude un fondo sull’healthcare in America

Kkr dice addio ad Alliance Healthcare Italia

Private Equity, Carlyle a caccia di 15 miliardi

Private Equity, Kkr alla conquista del sito web di medicina

KKR vuole acquisire una quota di maggioranza in Dixon Hospitality Ltd

KKR, maxi-raccolta in Asia

KKR e Stone Point Capital rilevano la maggioranza di Focus Financial Partners

KKR e Paamco assieme per la gestione alternativa della liquidità

KKR completa la raccolta di un nuovo fondo immobiliare

KKR annuncia: Pillarstone sbarca in Grecia (e cresce in Italia)

KKR lancia un nuovo fondo per investire in “special situation”

KKR entra in Marshall Wace

John Davison alla guida di Pillarstone

KKR lancia piattaforma per prestiti immobiliari in Irlanda

KKR si compra una flotta da Commerzbank

Le infrastrutture sono un business che non conoscerà mai fine, parola di KKR

KKR, Intesa Sanpaolo e Unicredit varano piattaforma per gestire crediti problematici

Kkr frena meno del previsto, Wall Street premia il titolo

Unicredit e Intesa Sanpaolo accelerano su “bad bank” con Kkr e Alvarez & Marsal

Commissioni eccessive, Kkr risarcisce gli investitori

Crediti ristrutturati, si allungano i tempi per Unicredit-Intesa Sanpaolo-Kkr

KKR cede Versatel a United Internet per 586 milioni

Kkr e Riverstone Holdings insieme nell’energia

KKR cede Ipreo Holdings

Kkr raddoppia la scommessa sulle infrastrutture

Investindustrial e KKR fanno cassa

Se la primavera porta con sé la Bad Bank

Voluntary disclosure, si ricomincia daccapo

Alkimis allunga il passo

Bnp Paribas IP, il terzo pilastro delle Abenomics è destinato a deludere le attese

Citywire, ecco i nomi dei gestori più “abili” con i bond europei high yield

Ti può anche interessare

Da Banque Syz un progetto di consulenza d’investimento sostenibile

In collaborazione con la Banca Mondiale, Banque SYZ è l’unico distributore della “note”, la p ...

L’asset manager preferisce la private bank

La possibilità di avere un ruolo di primo piano nei processi decisionali. Sembra questa la spinta m ...

Julius Baer, nuovo record per il patrimonio

Nuovo record per il patrimonio in gestione del gruppo svizzero Julius Baer. Gli asset under manageme ...