Esodo di banker da Notenstein La Roche

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio 20 Luglio 2017 | 08:03

Dopo un quarto di secolo, Roger Ganz  ha deciso di lasciare Notenstein La Roche.  Un duro colpo per la private bank elvetica, che aveva in Ganz l’uomo di punta nella gestione dei portafogli. Ora passerà a svolgere lo stesso ruolo in Clarus Capital Group, con sede a Zurigo. Solo poche settimane fa altri banker avevano annunciato l’addio a Notestein La Roche a San Gallo e, prima ancora, è arrivato l’addio di Fabian Dori, responsabile delle attività di advisory.

Queste uscite non sono dovute a problemi di solidità della private bank elvetica, che ha chiuso il 2016 con ricavi per 177 milioni di euro (5 milioni in più rispetto al 2015) e un utile di 27 milioni. La realtà controllata da Raiffeisen Svizzera (banca di credito cooperativo), con uffici in 13 città dei Cantoni e l’headquarter a San Gallo, gestisce patrimoni della clientela europea per 20 miliardi di franchi svizzeri. Piuttosto sono la conseguenza della guerra dei talenti scatenatasi ormai da tempo tra i grandi gruppi bancari europei, alla caccia dei banker capaci di portarsi dietro ricchi portafogli di clientela.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Due ingressi nel gruppo Ersel

Foa lascia Tosetti per passare in Ceresio

EFG Bank si rafforza con Avignone

NEWSLETTER
Iscriviti
X