Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

A
A
A
di Private 24 Luglio 2017 | 11:29
Secondo un reportage del Financial Times, grandi gruppi finanziari come Ubs, Credit Suisse, Pictet and SocGen hanno ancora intenzione di espandere i loro staff nella capitale britannica.

Diverse private bank e istituzioni finanziarie hanno ancora intenzione di investire a Londra e di espandere i loro staff nella capitale britannica, nonostante la Brexit. A dirlo è il Financial Times che fa riferimento a quanto dichiarato da esponenti di Ubs, Credit Suisse, Pictet e SocGen. “Io credo che l’appeal di Londra sia in crescita”, ha detto al Financial Times Jamie Broderick, a capo del wealth management di Ubs in Gran Bretagna, “se sei un cittadino ricco e globalizzato, la capitale britannica è il luogo naturale in cui stare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, continuano le incertezze nonostante l’accordo

Mirabaud AM: il 2021 potrebbe essere un anno brillante per le banche britanniche

La Brexit è fatta: che cosa attende ora gli investitori nel Regno Unito?

NEWSLETTER
Iscriviti
X