Intermobiliare, rush finale a due

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio8 settembre 2017 | 07:00

La cessione di Banca Intermobiliare (Bim) arriva alle battute finali. La controllante di Veneto Banca ha deciso di restringere da quattro a due il numero di operatori con i quali approfondire i discorsi in vista della cessione. In una nota messa a punto dall’istituto di Montebelluna si chiarisce in proposito che “all’esito delle valutazioni” sulle offerte ricevute ” si è “deciso di ammettere Attestor Capital LLP e Brm Barents SCA ad un’ulteriore fase della procedura per la discussione e negoziazione delle rispettive offerte senza vincoli di esclusiva a carico dell’azionista”.

Attestor è intervenuta di recente in due operazioni di rilievo per quel che riguarda il mercato italiano: Olio Dante e Stefanel. Le trattative tra i fondi e i commissari liquidatori che hanno preso le redini di Veneto Banca dovrebbe rivelarsi brevi, in modo da condurre in porto l’operazione entro fine settembre.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bim, arrivano altri 27 milioni

Bim cerca il grande rilancio

Bim, la presidenza a Clara

Ti può anche interessare

Credem, private banking alle grandi manovre

Acquisire 1.800 nuovi clienti, reclutare almeno 15 nuovi private banker per raggiungere 293 profe ...

Banca Generali: il 10% del gestito sarà in fondi sostenibili

“Si puo’ crescere creando valore sociale, senza rinunciare all’obiettivo di rendim ...

Così evolve il mercato del private banking

Questa sera Private Talk (ore 21.30 sulla piattaforma Sky, canale 511 e in streaming su ) ospita Gi ...