Private banking, costi fuori controllo in Svizzera

A
A
A

Il cost income ratio degli operatori elvetici è al livello record di 84,4. Era attorno a 60 prima della crisi

Private di Private12 settembre 2017 | 13:57

Fa ancora discutere il rapporto sul private banking in Svizzera pubblicato qualche giorno da Kpmg, dove si metteva in evidenza le scarse prospettive di redditività per i principali operatori del settore durante i prossimi anni. Diversi siti web elvetici hanno scandagliato a fondo il report, soffermandosi soprattutto sulla parte che analizza la crescita nei costi. Oggi, infatti, il costo income ratio (indicatore che mistura il rapporto tra i costi e i ricavi) degli intermediari attivi nel private banking in Svizzera è pari in media a 84,4, contro il livello di 60 che si registrava prima deòla crisi. La colpa, secondo gli analisti, va imputata in gran parte alle spese per il personale che in molte banche sono fuori controllo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credit Agricole, maxi vendita di npl in Italia

Popolare Vicenza, sanzionata Kpmg

Svizzera: strage di private bank in vista, parola di Kpmg

Ti può anche interessare

UBS sceglie il rainmaker asiatico

Fred Hu (nella foto) sarà uno dei volti nuovi del cda di UBS che entrerà in funzione da maggio ...

Autunno caldo per l’arte

Alessandro Cuomo   Il mercato dell’arte internazionale è pronto a entrare nel vivo con gli u ...

Cresce la raccolta del private banking italiano

Nei primi sei mesi del 2018 la raccolta netta del private banking è salite di due punti e mezzo per ...