Cessione di Bim, Barents Re prepara il ricorso al Tar

A
A
A

La compagnia di riassicurazione sostiene di essere stata penalizzata rispetto ai compratori Attestor, pur avendo offerto un prezzo superiore

Private di Private19 ottobre 2017 | 10:10

Barents Re, la compagnia di riassicurazione che è stata in trattative avanzate per l‘acquisto della quota di maggioranza di Banca Intermobiliare (Bim) sulla quale è stata data poi un’esclusiva al fondo Attestor, vuole far ricorso al Tar contro la cessione. Lo scrive l’agenzia Reuters citando una fonte a conoscenza della vicenda, dopo le indiscrezioni di stampa uscite ieri sul Messaggero. Secondo la fonte citata dalla Reuters, Barents ha spedito una lettera di diffida ai liquidatori di Veneto Banca (controllante di Bim) chiedendo l‘accesso agli atti relativi alla procedura di vendita della quota di maggioranza di Banca Intermobiliare. Se la richiesta verrà accettata, sarà probabilmente seguita da un ricorso al Tar. Nello specifico, Barents sostiene che la procedura di vendita di Bim non sia stata pienamente concorrenziale poiché Attestor è stato scelto come compratore per le maggiori garanzia che forniva ma aveva offerto un prezzo di acquisto inferiore.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Stefanel vola in borsa dopo accordo con Attestor e Oxy Capital

Ti può anche interessare

Svizzera, il primato del private banking è a rischio

La riorganizzazione della presenza geografica non è una novità tra le banche d’affari e le p ...

Banca Patrimoni Sella &C., taglio del nastro a Verona

Il nuovo ufficio, in Lungadige Campagnola 5, è stato inaugurato ieri, giovedì 13 settembre. ...

Tages stringe la mano a VAM Investments

L’accordo prevede l’acquisizione da parte di Tages di un iniziale 34% di VAM Investments e un in ...