Banca Finnat, doppio colpo nel Nord Italia

A
A
A
di Private 23 Ottobre 2017 | 12:48
Strappati due banker di peso a Banca Cesare Ponti

Due ingressi di peso nel private banking di Banca Finnat nel nord Italia. I professionisti arruolati sono Daniele Piccolo e di Simone Bordoni.

Piccolo, 55 anni ha lasciato Banca Cesare Ponti dove era direttore generale, con una solida esperienza alle spalle, maturata nel Gruppo Credem e proseguita in Banca Albertini Syz. In Banca Finnat assume la responsabilità del private banking nel nord Italia.

Bordoni, 42 anni lascia la direzione grandi patrimoni di Banca Cesare Ponti dopo essere stato responsabile del servizio Advisory in Banca Albertini Syz. . “Banca Finnat è una realtà unica nell’industria del private banking italiano” – ha dichiarato Piccolo – “capace di associare all’asset allocation del patrimonio familiare una vasta serie di servizi rivolti agli imprenditori e caratterizzati da un’attitudine sartoriale di straordinaria qualità e supportata da forti competenze interne”

Arturo Nattino, amministratore delegato di Banca Finnat ha invece affermato “il nostro modello di business è disegnato per assistere la clientela di private banking con particolare riguardo agli imprenditori. Le competenze nell’ambito del family business trovano riscontro nell’attività della nostra società fiduciaria ed in quella della divisione di corporate finance che supporteranno in maniera importante lo slancio quantitativo e qualitativo nel nord Italia che abbiamo chiesto a Piccolo e Bordoni di perseguire”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Cesare Ponti tra i nuovi associati di Acepi

Banca Cesare Ponti, ritorno all’utile

Certificati: Banca Cesare Ponti dà il via alla prima emissione

NEWSLETTER
Iscriviti
X