In arrivo la Voluntary 3

A
A
A
Andrea Giacobino di Andrea Giacobino 6 Novembre 2017 | 08:30
Allo studio una nuova finestra per il rientro dei capitali. Si discute sulla disciplina  del contante e su una norma che diventi permanente.

Arriva la “voluntary disclosure 3”. E sarà un emendamento al decreto fiscale, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, a prevedere la riapertura del rimpatrio dei capitali detenuti all’estero. Esecutivo, maggioranza e relatore, Silvio Lai (Pd) alla legge di conversione del decreto 148/17, saranno impegnati da oggi a mettere a punto le misure da incardinare come correzioni al provvedimento all’esame della commissione bilancio per licenziarlo per la discussione del provvedimento in assemblea che inizierà mercoledì 15 novembre alle 9,30 e proseguirà con sedute uniche, senza orario di chiusura, fino a venerdì 17.

L’intenzione di una nuova edizione della “voluntary” si è intravista dalle parole del viceministro all’economia, Enrico Morando che in commissione bilancio del Senato, dove il decreto è all’esame, ha aperto alla possibilità di una nuova finestra sulla riemersione dei capitali illegalmente detenuti all’estero. Al momento, però, si sta ragionando sulla fisionomia che dovrà avere la riapertura della terza stagione del rimpatrio dei capitali: se estendere la disciplina ad altri aspetti, finora tenuti fuori, come il contante o far diventare, come peraltro chiesto da molti professionisti ed esperti tributari, la norma permanente nell’ordinamento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Salone del Risparmio, il vice ministro Morando: m’impegno per l’armonizzazione fiscale

NEWSLETTER
Iscriviti
X