Carlyle punta sul mattone italiano (ma nella logistica)

A
A
A
di Private 19 Dicembre 2017 | 10:07
Acquisizione nel Nord Italia tra Milano, Bologna, Venezia e Torino.

Il colosso del private equity e dell’asset management The Carlyle Group ha annunciato di aver ampliato la propria piattaforma logistica europea attraverso l’acquisizione di cinque asset logistici ubicati nell’area del Nord Italia, per conto dei fondi di investimento di cui è advisor. Il portafoglio è stato acquisito con due transazioni distinte; in particolare, un asset è stato acquisito da un fondo di investimento europeo, mentre gli altri quattro da Prologis. Tutti gli immobili sono situati nel corridoio logistico del Nord Italia, con centro nei pressi di Milano per poi estendersi tra Bologna, Venezia e Torino. L’ingresso nel mercato logistico italiano da parte di Carlyle segue l’acquisizione di 413.000 metri quadri di asset logistici in Francia realizzata all’inizio di quest’anno.  Complessivamente il portafoglio è attualmente occupato per oltre il 90%, con i due terzi del valore concentrato in edifici di elevata qualità in hub logistici di rilievo nei dintorni di Milano.

 Anssi Halonen, Director, Carlyle Europe Real Estate, ha dichiarato: “Queste acquisizioni, che segnano il nostro ingresso nel mercato logistico del Nord Italia, hanno ulteriormente rafforzato la strategia di Carlyle volta a costruire un portafoglio di asset logistici moderni ben ubicati all’interno di questa area. L’Italia settentrionale rappresenta un mercato logistico attraente, grazie alla combinazione di una relativa carenza di offerta sin dall’inizio della crisi finanziaria globale e di una crescente domanda guidata dalla crescita dell’e-commerce e della rapida evoluzione dei comportamenti dei consumatori”.

Marc-Antoine Bouyer, Managing Director, Carlyle Europe Real Estate, ha aggiunto: “Questi investimenti costituiscono il proseguimento della nostra strategia di investimento paneuropeo nel segmento della logistica, che abbiamo avviato con successo all’inizio di quest’anno. Continuiamo a perseguire una serie di strategie nel mercato immobiliare del Regno Unito ed europeo focalizzate sull’investimento in settori guidati da tendenze demografiche e da cambiamenti strutturali relativi ai comportamenti dei consumatori e delle aziende, unitamente alle modalità di gestione delle proprietà ed utilizzo degli immobili”.

Per le acquisizioni Carlyle è stata assistita da Freshfields Bruckhaus Deringer e PWC, con CBRE in qualità di advisor per la consulenza strategica e di mercato. Logistics Capital Partners si occuperà della fornitura dei servizi di leasing e di gestione tecnica degli immobili. L’acquisizione è stata finanziata attraverso una combinazione di equity e di debito, quest’ultimo concesso da Aareal Bank. Prologis è stata assistita da JLL e DLA Piper.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Carlyle, cambio della guardia ai vertici

Carlyle punta a prendere Prima Solutions

Secondo trimestre d’oro per Carlyle

NEWSLETTER
Iscriviti
X