Hedge fund, affidare la gestione ai pc può costare carissimo

A
A
A
di Luigi Dell'Olio 16 Febbraio 2018 | 08:58

Un crollo del 25% nell’arco di una sola settimana. E’ la performance disastrosa messa a segno dal fondo hedge Decca  gestito dall’ex trader di Hutchin Hill Capital Shahraab Ahmad. Il gestore non aveva messo in campo alcuna protezione dal possibile incremento della volatilità e, nel momento in cui questa dinamica si è manifestata sui mercati, è stato investito in pieno dall’ondata. Ma il danno sarebbe stato di gran lunga minore se il fondo alternativo, che si concentra sul credito e sui titoli azionari statunitensi ed europei non avesse adottato sistemi computer-driven, automatizzando buona parte delle decisioni.   Un modello che evidentemente non sempre funziona quando si verificano improvvisi cambi di rotta sui mercati.

 

Prima di avviare Decca Fund nel 2015, Ahmad ha gestito il fondo Hutchin Hill Liquid Credit Master. Precedentemente è stato partners di Sailfish Capital Partners con sede a Stamford (Connecticut) e ha lavorato anche presso JPMorgan Chase & Co. Il fondo di Ahmad ha reso il 4,3% lo scorso anno, dopo un aumento del 20% nel 2016 e del 15% nel 2015.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il covid spinge i profitti degli hedge fund

Hedge Fund, i dolori di Ray Dalio e il nuovo boom alle porte

Elezioni Usa, ecco il posizionamento degli hedge fund

NEWSLETTER
Iscriviti
X