Nel private equity è l’ora del secondario

A
A
A
Private di Private26 febbraio 2018 | 07:52

Nel mercato del private equity è l’ora del secondario. Negli ultimi mesi, infatti, si è assistito a una rapida crescita degli operatori specializzati nel rilevare quote di fondi di private equity da investitori interessati a liquidarle anticipatamente rispetto alla chiusura del ciclo di vita del fondo.

Nel 2017 il mercato secondario del private equity ha registrato transazioni per 58 miliardi di dollari, con un balzo del
57% rispetto all’anno precedente, secondo Greenhill, banca d’investimento statunitense. Gli investitori utilizzano principalmente il mercato secondario per apportare modifiche ai loro portafogli esistenti o per scopi di liquidità.

Lo scorso anno, aggiunge, Preqin sono stati ben 35 i fondi specializzati sul secondario che hanno completato la raccolta. E, quindi, ora sono pronti a partire con gli investimenti.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti alternativi, vince la semplicità

I fondi pensione sposano il private equity

Hedge fund, cambio di rotta

Ti può anche interessare

La successione aziendale salta una generazione

La tendenza dei capi azienda a restare in sella fino a tarda età fa sì che sempre più spesso il p ...

NB Renaissance Partners prende la maggioranza di Hydro Holding

Hydro Holding S.p.A. è un gruppo frutto dell’aggregazione strategica di società italiane leader ...

Ingresso top nella galassia di Molesini

Carica di nuovi arrivi in estate tra nord e sud nelle reti Fideuram e Sanpaolo Invest. ...