Banca Finnat punta sul private

A
A
A
Avatar di Redazione 26 Marzo 2018 | 15:59
Nel nuovo piano industriale di gruppo 2018-2020, approvato oggi dal cda, in particolare si prevede un incremento delle masse e sviluppo della raccolta gestita “attraverso l’inserimento di nuovi private banker con seniority medio alta”.

Banca Finnat punta sul private banking, rafforzandosi anche nel Nord Italia, oltre a i servizi dedicati alle Pmi e nel settore immobiliare. Nel nuovo piano industriale di gruppo 2018-2020, approvato oggi dal cda, in particolare si prevede un incremento delle masse e sviluppo della raccolta gestita “attraverso l’inserimento di nuovi private banker con seniority medio alta e il rafforzamento, anche nell’area Nord Italia, proseguendo nell’attuazione della strategia avviata nel 2017”. Previsto, fra l’altro, lo sviluppo dei servizi per emittenti quotandi e quotati (Pmi e società dell’Aim). dell’attività di consulenza corporate e delle attività della Man.Co lussemburghese. La banca punta anche a consolidare la posizione di leadership della società di gestione immobiliare InvestiRE Sgr. A livello consolidato si stima un margine di intermediazione a 71 milioni di euro nel 2020 e un utile netto pari a 6 milioni nel 2020.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Finnat, nei conti 2018 sorride la raccolta

Banca Finnat, colpo grosso per il private

Banca Finnat, un 2018 dal segno più

NEWSLETTER
Iscriviti
X