Banca del Fucino sceglie Barents

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio 30 Marzo 2018 | 07:53

Una piccola, ma storica e ben radicata private bank italiana e un gigante mondiale delle riassicurazioni. E’ l’insolita alleanza siglata tra Banca del Fucino e Barents per sviluppare i business del private banking e del wealth management di alta gamma.

La più antica banca privata romana, fondata dai principi Torlonia e guidata ancora dalla medesima famiglia, ha siglato un  memorandum of understanding con il gruppo britannico e la concessione di una esclusiva per un completamento delle attività di due diligence. Si prevede preliminarmente un ulteriore aumento di capitale di 50 milioni di euro e il deconsolidamento dell’intero portafoglio di 300 milioni di euro di crediti deteriorati (Npe).

 Il piano industriale quinquennale che verrà messo a punto in maniera congiunta punta a rafforzare la crescita nel private banking attraverso anche l’aggregazione di altre realtà del settore, l’ingresso di nuovi professionisti attivi nella gestione di grandi patrimoni e la possibile quotazione in Borsa della banca.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assicurazioni, nuovi prodotti per coprire l’emergenza coronavirus

Alleanza trasforma 900 partite Iva a tempo indeterminato

Edmond de Rotschild cresce in Cile

NEWSLETTER
Iscriviti
X