5 fragranze per una consulenza irresistibile

A
A
A

I prodotti giusti per regalare ai vostri interlocutori un indimenticabile profumo di advisory

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti15 maggio 2018 | 11:30

Fare il consulente richiede un continuo contatto con la clientela. Ecco perché, al di là che per amor proprio, è fondamentale farsi trovare curati, eleganti e, perché no, profumati. Ma non tutte le fragranze sono adatte a questo mestiere. Un consulente deve trasmettere sicurezza, fiducia carattere e i sentori che indossa dovranno ricalcare queste attitudini per valorizzarne l’impatto nei confronti della clientela. Qui di seguito trovate una selezione composta da un cinque prodotti (uno per giorno lavorativo) che abbiamo appositamente scelto con questa finalità. Per regalare ai vostri interlocutori un indimenticabile profumo di consulenza.


Fahrenheit, Dior

Un classico che, con i suoi 30 anni di onorato servizio, ha conquistato una platea sconfinata di aficionado. E’ la sintesi perfetta tra il gusto classico e quello moderno, uno dei profumi più venduti al mondo e un prodotto di carattere che riesce a ergersi come status symbol per gli uomini di successo.

Colonia, Acqua di Parma

La fragranza originale della compagnia, chiamata semplicemente Colonia, fu creata nel 1916 nel centro storico di Parma. Se amate il vintage potete utilizzarla per la sua funzione originaria, quella di profumare i fazzoletti degli uomini, mentre oggi è usata principalmente come profumo personale

Acqua di Giò, Giorgio Armani

Uno dei più rappresentativi esempi di profumo moderno, dai tipici sentori acquatici e freschi, ispirati all’isola di Pantelleria, dove lo stilista trascorre le vacanze. Il fatto di essere stato lanciato nel 1996 lo rende di fatto un nome che ha tracciato un solco nella storia delle fragranze, con un carattere che sicuramente non passa inosservato.

Vetiver, Guerlain

Nomen omen, una base sfacciata di vetiver che con austerità sorregge delle complesse note moderne di tabacco agrumi e cuoio. E’ stato lanciato nel 1961, ma è un profumo ancora fortemente attuale, dal carisma assolutamente immutato.


Pour Monsieur, Chanel

Forse possiede meno “carattere” rispetto ai precedenti esempi, ma se volete puntare tutto su una raffinata eleganza, questo è la scelta che fa per voi. Pensato nel 1955, le sue note fresche di neroli e di coriandolo, con un tocco di peonia, fanno da cornice a una sostenuta base di muschio di quercia.


2 commenti

ARTICOLI CORRELATI

La digitalizzazione finanziaria: educazione e opportunità professionali

SPORTELLO ADVISORY – Il destino crudele di un iscritto al Cai

Guardiamo nelle tasche di un private banker

Azimut, raccolta a tutto gas

Pausa estiva per Anasf

Presunte somme distratte ai clienti e non solo, sospeso ex Fideuram

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Quando l’educazione finanziaria incontra la Chiesa

Azimut? Vale 50 euro

Banca Generali, gestito e assicurativo fanno bella la raccolta

Il consulente ieri, oggi e domani. La qualità al servizio del cliente

Efpa Europe, destinazione futuro

Anasf, la formazione integrativa per i consulenti

Consulenza, la correttezza dell’informazione è essenziale

Azimut, Donatoni si prende il WM…e non solo

Consulenti, 5 segnali per sapere se è il cliente giusto per te

Le pagelline dei conti delle reti (quotate)

Un appello a Di Maio per parlare anche di consulenza

ConsulenTia18, tre momenti targati Anasf

Consulente, fotografia di una professione

CheBanca!, ora pagare Anasf è più facile

Consulenza, tra banche e reti non c’è storia

Massimo Doris vale 100 milioni

Consulenza, l’indecisione fa male al portafoglio

Anasf day, impressioni di settembre

Consulenti, il giusto mix per la formazione

Consulenza, il gestito che fa gola alle famiglie

Lo spauracchio di una patrimoniale a sorpresa

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Consulenza previdenziale: gli etf piacciono ai fondi pensione

C’è un Plus nella produzione di Fineco

Consulenti, come vivere di rendita: atto V

Ti può anche interessare

Il fondo Cerberus vuole tutta Alitalia

Il fondo Usa, con asset per oltre 40 miliardi di dollari, avrebbe messo sul piatto una cifra compres ...

Il private banking di Ing lascia la Romania

A Bucarest e dintorni è tornata la crescita economica ma il gruppo olandese Ing ha deciso di abband ...

Sanlorenzo, Intesa e Unicredit accanto al fondatore

I due istituti hanno supportato l'operazione con cui l’azionista di riferimento Massimo Perotti  ...