Ritorni a doppia cifra per il private equity in Italia

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio7 giugno 2018 | 08:03

Un rendimento medio annuo del 14,5%. E’ quanto hanno reso i fondi di private equity italiani che hanno disinvestito nel corso del 2017, secondo una ricerca realizzata dall’associazione di settore Aifi e da Kpmg. Un dato elevato, per quanto inferiore di 2 punti percentuali a quanto rilevato nel 2016

Per Max Fiani, partner di Kpmg advisory e responsabile della ricerca, “l’Irr del 2017 consolida il trend ampiamente
positivo degli ultimi 5 anni, anche in considerazione dello scenario generale dei tassi d’interesse. Da segnalare”, aggiunge, “una minore incidenza di grandi operazioni e la prevalenza di quelle che rientrano nel midmarket, con rendimenti compresi tra il 10 e il 20%”.

La performance del 2017 è stata determinata da un lato dai rendimenti complessivamente positivi e dall’altro dal minor impatto dei write off, sia totali (cioè svalutazione del 100% del valore dell’investimento), sia parziali (pari ad almeno l’80%).


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Un ex Ubs per Mirabaud

Nuova nomina per la società ...

Il private equity archivia un 2018 da record

Se la crescita economica rallenta, il private equity continua a crescere senza soste. Secondo il rap ...

I fondi pensione spingono il private equity

Da sempre tra le cause che frenano il definitivo decollo del private equity in Italia si fa riferime ...