L’eleganza ad alta temperatura

A
A
A
di Matteo Chiamenti 11 Giugno 2018 | 13:00
Con l’incedere di giugno inizia il periodo più temuto da ogni professionista sottoposto al dress code: l’estate

Salvo che il vostro uffico si trovi nel bel mezzo dei fiorfi norvegesi, la vostra quotidianità vi porterà a confrontarvi con un annoso dilemma: come posso combattere l’afa senza trasgredire all’etichetta aziendale? Per rispondere a questa domanda, che di solito attanaglia maggiormente il pubblico maschile condannato al binomio “giacca e cravatta”, abbiamo provato a raggruppare alcuni spunti frutto del buon senso e dell’esperienza sul campo.

Fresco lana uber alles
Traspirare è la parola d’ordine, quindi al bando i capi sintetici (che comunque sono generalmente ineleganti). Il fresco lana è la soluzione più pratica, con una trama fine e comunque molto leggera. Consigliato anche il lino, anche se più facile da sgualcire e che richiede quindi maggiore cura.

Colori chiari
Senza eccedere in stravaganza, meglio lasciare nell’armadio il classico blu notte invernale. Sfumature di grigio chiaro ben abbinate vi aiuteranno a contenere l’impatto dei raggi solari sul vostro outfit e vi renderanno, se non altro per assonanza, stilisticamente impeccabili come il celeberrimo Christian Grey.

Un utile aiuto
Se, nonostante lo sforzo, l’iperidrosi non vi concede tregua, vi consigliamo di asciugarvi il sudore dalla fronte prima di ogni incontro. Una maniera elegante per farlo è optare per un fazzoletto in batista di lino, possibilmente bordato e con iniziali ricamate. Altro spunto: provate a utilizzare il borotalco al posto del comune deodorante, vi aiuterà a mantenervi asciutti più a lungo.

Un fresco cammino
Le estremità del nostro corpo regolano la temperatura dell’intero sistema. Garantirci una camminata fresca e confortevole è una buona strategia per attenuare la canura: ben accette le derby, meglio ancora il mocassino in suede, ma bisogna saperlo indossare e abbinare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Reti, il trimestre ha fatto 13 (e anche di più)

Banca Generali, una lotta contro le fake news

Essere consulente e blogger, oggi

NEWSLETTER
Iscriviti
X