Le private bank puntano sull’Asia

A
A
A
Private di Private12 giugno 2018 | 11:26

Le private e investment bank puntano sempre con maggiore decisione sull’Asia. Intervistato da Finanz und Wirtschaft, il ceo di Efg International Giorgio Pradelli ha spiegato di voler rafforzare il presidio sul Continente Giallo, dove già oggi l’istituto zurighese gestisce 40 miliardi di franchi. “L’Oriente è molto importante per noi”,ha spiegato il top manager. In Asia, la banca sta cercando imprenditori che hanno guadagnato la loro fortuna e vogliono restare attivi.

Sull’Asia punta con decisione anche HSBC, reduce da una profonda trasformazione, che ha da poco deliberato un piano di investimenti e tra i 15 e i 17 miliardi in tutto il mondo per riavviare la crescita. Il nuovo direttore generale John Flint ha spiegato che il gruppo britannico mira soprattutto all’Asia, in particolare alla gestione patrimoniale e alla sua rete internazionale che identifica come le sue risorse più promettenti. Il centro di gravità dell’istituto pende, ormai, verso Oriente dopo che negli ultimi anni la ristrutturazione planetaria ha comportato la cessione di diverse  attività  e un taglio di 50.000 effettivi proprio per concentrarsi sul Continente Giallo.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

In rampa di lancio un fondo liquido per investire nell’arte

Per i detentori di grandi portafogli l’arte può costituire un’importante possibilità d ...

Amundi punta sugli alternativi

Il private banking necessita sempre più di una consulenza più evoluta e attenta alle dinamiche mac ...

Wealth management, ecco il master per i manager

La BBS (Università di Bologna) ha recentemente presentato il proprio Open Master in Wealth Manageme ...