Julius Baer, Hodler fissa nuove priorità

A
A
A
Private di Private20 giugno 2018 | 08:50

Bernhard Hodler (nella foto) sembra intenzionato a dare da subito la sua impronta. Succeduto da poche settimane a Boris Collardi nella guida di Julius Baer, ha voluto subito mettere in campo una misura forte come il blocco del la costruzione di un’unità di asset management all’interno del’istituto. La notizia, che emerge da un’intervista a al giornale Finanz und Wirtschaft, sta a indicare un deciso cambio di rotta rispetto a quanto deciso dal suo predecessore, passato a guidare la rivale Pictet.

“Siamo convinti che focalizzarsi sul private banking riduca il nostro conflitto d’interesse, cosa molto apprezzata da clienti e investitori”, sottolinea Hodler. Che poi aggiunge: “Siamo cresciuti ingaggiando private banker  attraverso acquisizioni. Ora stiamo cercando di rinforzare un terzo pilastro di crescita. Abbiamo un network di 1.400 banchieri privati e più di 400 miliardi di franchi in asset da gestire e organizzare. Desideriamo vincere più mandati, ma anche ricevere  una maggior porzione di fondi di clienti già affiliati”.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Repo in pillole

La definizione Si tratta dell’abbreviazione dell’espressione inglese “repurchase agreement”, ...

Gestire l’eredità? Fate come i paperoni

Quattro regole fondamentali per arrivare pronti al momento in cui si dovrà gestire l’eredità ...

Conti in orbita per la banca del principe

Lgt chiude l’esercizio 2018 con numeri da record.  La private bank che fa capo al principe M ...