Ab, è l’ora degli alternativi

A
A
A
Private di Private28 giugno 2018 | 16:17

Il settore immobiliare attraverso i Reit, le Mlp (Master Limited Partnerships) e le opzioni. Sono i tre settori di allocazione degli investimenti alternativi ai quali guardare con attenzione in questa fase secondo l’analisi di  Karen Watkin (nella foto), portfolio manager all market income di AllianceBernstein.

“Arrivano tempi di magra per i portafogli tradizionali composti da azioni e obbligazioni”, scrive l’esperto. “Le previsioni per i prossimi dieci anni stimano un netto ridimensionamento nei rendimenti di queste strategie rispetto a quanto fatto registrare negli ultimi cinque anni. Secondo le nostre stime, un portafoglio composto per il 60% di titoli azionari e per il 40% di obbligazioni nei prossimi dieci anni guadagnerà appena il 4%, valore più che dimezzato rispetto all’8,4% totalizzato negli ultimi cinque anni. Tale percentuale scende al 2,8% per un portafoglio più prudente con una componente azionaria limitata al 30%, esattamente la metà del +5,6% degli ultimi cinque anni”.

Il perché? “Siamo giunti all’ultimo movimento della melodia che da tempo culla i mercati europei”.

Come muoversi, dunque? “Il primo passo per cavalcare questa onda è scoprire fonti nuove e non correlate di rendimento aggiuntivo. Ciò implica, ad esempio, un’apertura dell’universo di investimento al settore immobiliare (Reit) e a quote di società Master Limited Partnerships (Mlp). Questi”, sottolinea Watkin, “oltre a una potenziale copertura contro l’inflazione, possono offrire una fonte appetibile di reddito basata sull’esposizione ad asset reali, anziché sulle fluttuazioni di mercati obbligazionari e azionari. Buone opportunità”, aggiunge, “possono scaturire anche da una selezione di obbligazioni dei mercati emergenti che permettono di diversificare geograficamente il portafoglio e ottenere un ritorno interessante. Infine, le strategie di vendita di opzioni possono aiutare gli investitori a guadagnare un rendimento extra pur mantenendo un’esposizione agli azionari”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, top e flop del 18/09/18

Economia, aut aut di Di Maio a Tria

Investimenti, occasione azionario

BlackRock: Investments 4 Tomorrow

Mediolanum CU tra arte, progresso e valore

Mifid 2, attenti al quinto effetto

Versato assegno postdatato? L’operazione va stornata

Mediolanum, gli afflussi navigano in acque tranquille

Fineco, sempre calda la raccolta estiva

Investimenti, il governo può spingere i btp

Asset Alloction: il gestore spiega l’impatto di un rating “basso”

Che cosa è “perfetto”?

Consulenza e certificati, il punto sull’efficienza fiscale

Mazzata olandese per Ing

Invesco, ecco il roadshow sugli etf

Asset allocation, è la (s)volta degli emergenti

Consulenti, 5 consigli per ripartire al top

Credem, la forza del leasing

Fidelity pensa già al dopo Draghi

Caso Galloro, l’affare si ingrossa

L’industria degli alternativi punta sulla marijuana

Una semestrale Mirabaudlante

I gruppi a misura di consulente su LinkedIn

Consulenti, la cultura fa la differenza

Investimenti: pic e pac, alternative a confronto

Rivivi il webinar “Investimenti senza frontiere: scopri il nuovo mondo dei certificati”

Broker Forex, allarme rosso sulle truffe

Portafoglio, tre regole per ottimizzarlo

Mediolanum Corporate University: qui formiamo con passione

I fondi battono la ritirata

Banche, prestiti col vento in poppa

Investimenti, una UE dai due volti

Investimenti, sugli emergenti non pesa la sfida commerciale

Ti può anche interessare

PRIVATE Banking summit in Borsa

Mifid 2 è un’occasione di trasformazione anche per il private: con quali sfide e opportunità?  ...

Amundi sceglie Palladio per il primo deal italiano

Secondo quanto rivela Affari e Finanza, a inizio ottobre il private equity del gruppo francese ha co ...

In Svizzera c’è ancora spazio per le boutique

Spesso negli ultimi mesi si è sottolineato che la Mifid 2 mette sotto pressione le società di rido ...