De Ferrari lascia Credit Suisse per guidare Amp

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio 22 Agosto 2018 | 08:30

Amp non ha badato a spese per assicurarsi come nuovo timoniere Francesco De Ferrari (nella foto), fin qui in forze a Credit Suisse come responsabile della gestione patrimoniale in Asia. Il manager italiano subentrerà al ceo ad interim Mike Williams con la certezza di poter contare su uno stipendio base di 2,2 milioni di dollari, ai quali si potranno aggiungere il 120% di questa cifra in bonus a breve termine e un altro 150% in bonus a lungo. Se poi resterà nella società di wealth management fino al 2022 potrà incassare ulteriori 11,7 milioni di dollari tra azioni e contanti.

Laureato alla  Stern School of Business della New York University e con un master all’Insead di Parigi, De Ferrari è in Credit Suisse dal 2002, dove ha ricoperto diversi ruoli, compreso quello di responsabile dell’Italia.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ersel punta su Saura

Nuovo ceo per Edmond de Rothschild Europe

Ubs, cambio al vertice in Italia

Ti può anche interessare

Consulenti, il private asset diventa democratico

Con i tassi ai minimi e le azioni ben al di sopra delle medie storiche, cresce l’interesse del ...

Così il Coronavirus cambia i contorni del private banking

In difesa, ma non troppo. Il crollo prima, e gli alti e bassi poi, dei mercati finanziari hanno spin ...

Pinault, un impero in passerella

Quando si pensa all’industria del lusso non si può fare a meno di parlare di Kering, conglomerato ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X