Le banche d’affari e private in fuga da Londra

A
A
A

I due colossi bancari sposteranno il cuore delle attività a Francoforte.

Avatar di Redazione18 settembre 2018 | 09:04

La fuga da Londra causa Brexit è già iniziata: come riferisce MF, ieri due giganti del settore bancario come Deutsche Bank e Ubs hanno annunciato il trasferimento di importanti attività dalla capitale britannica ad altre aree interne all’Ue. In particolare, Deutsche Bank ha fatto sapere di voler spostare a Francoforte gli affari dei clienti di investment banking: secondo il Financial Times, il trasloco riguarderà tre quarti degli asset gestiti attualmente a Londra, per un valore di 600 miliardi di euro. Anche Ubs porterà il quartier generale nella capitale finanziaria tedesca; tuttavia, l’amministratore delegato Sergio Ermotti ha precisato che si tratta di una “strategia multi-location, che prevede di ampliare gli uffici di Milano, Madrid e Parigi”.

Voci sempre più insistenti parlano inoltre di una scelta simile ad opera di Credit Suisse.

Intanto Ubp, una delle principali banche private bank svizzere, ha aperto il suo private banking in Italia nominando alla guida Alex Cecchini in qualità di head of private banking. Cecchini, dalla sede di Milano, dovrà guidare l’espansione sul mercato tricolore di un business, quello delle gestioni dedicate ai clienti d’alta gamma.

“L’estensione alle attività di private banking”, spiegano dalla casa madre di Ubp a Ginevra, “è guidata dal fatto che il mercato italiano resta uno delle aree di crescita per Ubp nella regione dell’Europa Occidentale”.

A cura di Chiara Merico e Luigi Dell’Olio


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, è ancora rinvio

Brexit, si va verso la proroga

Accordo Brexit, il punto dei gestori

Brexit, fine della telenovela: c’è l’accordo

Brexit e guerra dei dazi frenano i mercati

Brexit, mazzata su Johnson: “Lo stop del Parlamento è illegale”

Brexit, ora tutto è in mano alla Corte Suprema

Brexit, doppia bordata a Johnson

Brexit, Johnson chiude il Parlamento fino al 14 ottobre

Brexit: per la May dimissioni a giugno

Brexit, rinvio indigesto per l’Unione europea

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Brexit News: May promette le dimissioni se si giunge ad un accordo

Brexit: no deal scongiurato, per ora

Brexit, sterlina tonica in attesa del voto in Parlamento

Brexit, i big del credito evitano l’Italia

Brexit: ora la strada è il rinvio

Brexit, altra sconfitta per la May

Brexit affossa il pil inglese

Brexit, la May nel pantano dopo il no di Juncker

Brexit, la May vuole di nuovo trattare

Etf a prova di Brexit

Brexit, la May si salva

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Effetto Brexit, il mercato dei titoli di stato torna a Milano

Ti può anche interessare

Le imprese familiari crescono oltreconfine

Le imprese familiari sono fortemente orientate alla crescita internazionale, ma in molti casi non pr ...

Centurion Global Fund, nuovo investimento per il private equity

Il Fondo Centurion Private Equity Opportunities, gestito da Centurion Global Fund SICAV P.L.C., inve ...

Lombard Odier, utile giù masse su

Semestrale contrastante per Lombard Odier. La private bank svizzera ha chiuso i primi sei mesi dell& ...