Corsa a tre per i ristoranti nippo-brasiliani

A
A
A
Private di Private16 ottobre 2018 | 09:45

Arriva al rush finale la corsa per la conquista di Temakinho, catena di ristoranti nippo-brasiliani, che lo scorso anno ha registrato ricavi per 24 milioni di euro, contro i 2 milioni del 2014 (primo anno di piena operatività), conseguendo un margine operativo lordo di 4 milioni.

Un brand diffuso soprattutto a Milano e Roma, che inizia ora a espandersi a livello internazionale, con punti aperti già a Ibiza e Londra. Proprio la necessità di spingere la crescita ha convinto gli azionisti di riferimento – Francesco Maroni, Linda Maroli e Sandro Bellistri – ad aprire le porte del capitale a un investitore esterno.

In lizza sono rimasti tre fondi di private equity: Avm, Armonia e Vam, che nei prossimi giorni dovranno presentare le loro offerte. La sensazione è che si possa giungere a un accordo prima di fine anno.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Private equity a vele spiegate

UBP e Rothschild & Co, accordo nel private equity

Atlante fa rotta verso i De Agostini

BNP Paribas WM ha un nuovo capo dei business private

I fondi pensione spingono il private equity

Investimenti, il private equity non conosce crisi

Four partners punta sull’indipendenza

Il private equity archivia un 2018 da record

Ambienta, Safim; shopping tedesco

I motori del private equity

L’Italia piace meno al private equity

Doppio record per il private equity italiano

Il gigante del private equity punta sul mattone italiano

Centurion Global Fund, nuovo investimento per il private equity

Roberto Nicastro si racconta

Il private equity sfida il vento contrario

Warburg mette gli occhi su una controllata di Mps

Novità in casa Tikehau Capital

Compagnie assicurative nel mirino del private equity

I private equity puntano sull’Est Europa

Private equity ricoperti d’oro, ma i rendimenti deludono

Addio a uno dei pionieri nella gestione di fondi di private equity

Il private equity mette la retro

Polizze, l’avanzata del private equity

A caccia di prede alternative

A caccia di alternativi

Bonomi punta sull’illuminazione di alta gamma

Ritorni a doppia cifra per il private equity in Italia

La nuova Clessidra si rimette in moto

Bonomi punta sul cacao

Apax sceglie l’Italia

Private equity, 5 anni con il turbo

Private equity, adesso la leva fa paura

Ti può anche interessare

Bancari, diritto alla disconnessione

Più opportunità per comunicare e lavorare in maniera flessibile, ma anche il rischio di restare in ...

Hypo Alpe-Adria Bank, la filiale italiana è in vendita

Novità per la società ...

Allianz Bank FA, ingresso top nel private

Il private banking di Allianz Bank Financial Advisors cresce con un nuovo importante ingresso, segna ...