Maurizio Zancanaro riparte da Banca Cesare Ponti

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio6 novembre 2018 | 15:35

Inizia una nuova avventura per Maurizio Zancanaro (nella foto), uno dei principali protagonisti del private banking italiano nel corso degli ultimi decenni.

Il manager, fino a pochi giorni fa amministratore delegato di Banca Aletti e già presidente dell’associazione di settore Aipb, è il nuovo amministratore delegato di Banca Cesare Ponti, storica private bank appartenente a Carige, oltre ad assumere la responsabilità del wealth management di gruppo. Per lungo tempo si è ipotizzata la cessione di Cesare Ponti all’interno della ristrutturazione in atto nel gruppo genovese, che poi però ha deciso di tenere in casa l’asset, a conferma del potenziale di sviluppo che il private banking continua a conservare nel mercato italiano, considerato che una quota consistente di clientela facoltosa continua a essere servita da strutture tradizionali.

“Sono molto felice di entrare a far parte del gruppo Carige”, afferma in una nota Zancanaro, “perché credo nell’altissimo livello manageriale dei nuovi vertici e nella possibilità di potenziare il wealth canagement, sia con la boutique Cesare Ponti, sia sfruttando le sinergie con il corporate banking. Credo, inoltre, che il gruppo potrà essere il partner ideale per i clienti e i banker che ritengono prioritari la qualità e la flessibilità del livello di servizio”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ersel punta su Saura

Nuovo ceo per Edmond de Rothschild Europe

Ubs, cambio al vertice in Italia

Ti può anche interessare

Banca Finnat, nei conti 2018 sorride la raccolta

Il cda ha approvato i conti consolidati per il 2018 ...

Design tricolore in vetrina

Aggregare le eccellenze italiane (e in prospettiva anche estere) nei settori mobili e arredamento di ...

Private banking, arriva la definizione

Luca Zitiello   Negli ultimi anni l’industry del private banking ha vissuto una grande espans ...