Banchiere svizzero: un mito che crolla

A
A
A
Private di Private20 novembre 2018 | 08:01

UBS, Credit Suisse, Julius Baer e poi, ancora, Efg, Pictet, Raiffeisen. La Svizzera rimane senza dubbio la patria delle grandi banche, anche se il mito dei banchieri super-pagati comincia a vacillare. Secondo un’analisi dell’NZZ am Sonntag, lo stipendio medio dei professionisti del settore operanti nei Cantoni ammonta a 220mila franchi all’anno, ben 40mila in meno rispetto a dieci anni fa. “Colpa” della crescente concorrenza sul lato dell’offerta, ma anche della grande crisi prima e dell’evoluzione normativa poi che hanno compresso i margini del settore.

È il ramo farmaceutico quello più proficuo con una media remunerativa di 280mila euro, con l’insurance al secondo posto a quota 260mila.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche e assicurazioni, ecco dove si guadagna di più

PHOTOGALLERY – Guarda i volti dei manager della finanza che guadagnano di più in un giorno

Quando un poliziotto guadagna come un consulente

Ti può anche interessare

Istituzionali a caccia di private

Ai fondi piacciono le mini banche italiane ...

Dal Milan alla Fiat, così Singer può fare scacco matto in Italia

La prima prova della verità è programmata per oggi. Se Yonghong Li non rimborserà la rata da 32 m ...

Credit Agricole crescerà nel private

Lo ha detto in un’intervista al Sole24Ore il vice direttore generale del gruppo, Jean-Yves Hocher ...