Banchiere svizzero: un mito che crolla

A
A
A
Private di Private20 novembre 2018 | 08:01

UBS, Credit Suisse, Julius Baer e poi, ancora, Efg, Pictet, Raiffeisen. La Svizzera rimane senza dubbio la patria delle grandi banche, anche se il mito dei banchieri super-pagati comincia a vacillare. Secondo un’analisi dell’NZZ am Sonntag, lo stipendio medio dei professionisti del settore operanti nei Cantoni ammonta a 220mila franchi all’anno, ben 40mila in meno rispetto a dieci anni fa. “Colpa” della crescente concorrenza sul lato dell’offerta, ma anche della grande crisi prima e dell’evoluzione normativa poi che hanno compresso i margini del settore.

È il ramo farmaceutico quello più proficuo con una media remunerativa di 280mila euro, con l’insurance al secondo posto a quota 260mila.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche e assicurazioni, ecco dove si guadagna di più

PHOTOGALLERY – Guarda i volti dei manager della finanza che guadagnano di più in un giorno

Quando un poliziotto guadagna come un consulente

Ti può anche interessare

Credit Suisse, Giacobbe coo per l’Italia

Luca Giacobbe entra in Credit Suisse come COO della Credit Suisse Italy Spa ...

Tikehau Capital, al via l’alleanza con DWS

L'accordo prevede investimenti incrociati nei reciproci prodotti Alternative, lo scouting di opportu ...

Bridgewater lancia l’allarme volatilità

La stagione dei mercati addomesticati dalle banche centrali è finita. D’ora in avanti occorre ...