Un ex Ubs per Mirabaud

A
A
A

Nuova nomina per la società

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti23 novembre 2018 | 10:14

Tempo di nuove nomine in casa Mirabaud Asset Management. La società del gruppo indipendente Mirabaud, fondato a Ginevra nel 1819, e specializzato nella gestione di patrimoni per clientela privata e istituzionale, si potenzia sull’azionario europeo con la nomina di Hywel Franklin in qualità di Senior Portfolio Manager, Responsabile del team azionario Small e Mid-Cap europeo.

Franklin, che ha alle spalle oltre 16 anni di esperienza nell’azionario europeo, contri­buirà a rafforzare ulteriormente le competenze del team European Small and Mid-Cap Equity della società.

Franklin, che ha iniziato la sua carriera in New Amsterdam Partners come US equities analyst, prima di entrare a far parte di Mirabaud AM, ha lavorato come Senior Portfo­lio Manager per UBS Asset Management a Londra, con focus sull’azionario globale. In precedenza, dal 2012 al 2016 ha ricoperto il ruolo di Head of Global Small Caps per UBS Global Asset Management dove nel 2005 era stato nominato come il più giovane Senior Portfolio Manager nel segmento delle Small & Mid Cap europee. Nel 2002 è stato portfolio manager dell’azionario UK in UBS Phillips & Drew.

Nel commentare la nomina, Umberto Boccato, Head of Investments di Mirabaud Asset Management, ha dichiarato: “Siamo contenti di dare il benvenuto a un professionista di talento come Hywel Franklin che condivide i nostri valori e il nostro approccio alla gestione altamente attivo e basato su forti convinzioni. La sua vasta e approfondita esperienza nell’azionario europeo apporta un notevole contributo alle nostre expertise e ci permette di continuare a offrire ai nostri clienti soluzioni sostenibili, di alta qualità e ad elevato valore aggiunto.”


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, top e flop del 10/12/18

Fondi, top e flop del 6/12/18

La sostenibilità invade il Salone del Risparmio

Fondi, top e flop del 28/11/18

Schroders, due webinar per parlare ai consulenti

Fondi, top e flop del 14/11/18

Fondi, top e flop del 09/11/18

Raiffeisen da premio nella sostenibilità

Fondi, top e flop del 07/11/18

Fondi, il best of di Vontobel

Fondi comuni, negli Stati Uniti costano meno

Fondi comuni, le commissioni sono tutte da rifare

Fondi, top e flop del 23/10/18

Fondi, top e flop del 17/10/18

Fondi, top e flop del 15/10/18

Fondi, top e flop del 11/10/18

La grande debacle delle gestioni attive

Fondi, cosa cambia con il Kid

Fondi, top e flop del 26/09/18

Il risparmio gestito riprende fiato

Fondi, top e flop del 24/09/18

Fondi, top e flop del 18/09/18

Pictet, il fondo va in città

Lazard AM, cambia la direzione

Investimenti, è ora di puntare sull’Asia

Eurizon tiene duro e punta alla crescita

Asset allocation, le opportunità europee

Fidelity fa il pieno di sostenibilità

Utile in bella vista per Schroders

Fondi, boom di quelli esteri in Italia

Commodity globali, un fondo per Lazard

Asset allocation, lo stile di vita fa guadagnare

Fondi, dove costano meno in Europa

Ti può anche interessare

Credit Suisse, Giacobbe coo per l’Italia

Luca Giacobbe entra in Credit Suisse come COO della Credit Suisse Italy Spa ...

Cornèr Banca: un 2017 in chiaroscuro

Cornèr Banca ha chiuso l’esercizio 2017 con ricavi per 417 milioni di franchi, in flessione d ...

Rossopomodoro passa di mano

Cambio di proprietà per Rossopomodoro, catena di ristoranti made in Italy (60 i punti vendita in It ...