Hanno ucciso il Private Banking…

A
A
A

…chi sia stato non si sa

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti10 dicembre 2018 | 10:41

Il private banking è il passato. I grandi nomi della gestione dei ricchi patrimoni sembra non non volere usare più questo termine, ancorato a un’aura troppo negativa. Molto meglio parlare di “wealth management”, nome molto più moderno, trasparente e sostenibile, oltre che vendibile. Come riporta su Affari e Finanza l’analisi di Paola Jadeluca, alla presentazione dei risultati di Ubs all’investor day di ottobre, l’ad Sergio Ermotti ha sottolineato con enfasi i benefici derivanti dalla fusione del braccio private banking con il global wealth management. Nessuna traccia del termine “private banking” sul sito di Credit Suisse, altro big del settore e queste parole non si trovano più nei documenti di Lombard Odier, Pictet, Vontobel e Julius Baer. “Il private banking è morto. E’ un vecchio concetto che non calza più bene alla moderna era della finanza” è la sentenza spiazzante degli analisti di Euromoney.

Per celebrare il funerale di un settore (o sarebbe meglio dire di un termine?), lasciando ai lettori come sempre le dovute riflessioni, vi proponiamo di seguito un’ironica rivisitazione ad hoc del celeberrimo pezzo degli 883 “Hanno ucciso l’uomo Ragno”. Cantatela pure con i vostri colleghi. Perchè con il private banking muore un eroe. Dei bilanci bancari.

Hanno ucciso il Private Banking

Solita notte da lupi di Wall Street
Nel locale sta chiudendo un deal la Blackstone
Ricchi individui al bancone della bank
Pieni di fee e bella vida.
Tutto ad un tratto la porta fa “slam”
Il commerciale entra di corsa con una novità
Dritta sicura si mormora che
“Il Wealth Management è meglio eh?”
Hanno ucciso il Private Banking
Chi sia stato non si sa
Forse quelli del marketing, forse la pubblicità
Hanno ucciso il Private Banking
Ma si sa però il perché
suona vecchio, meglio altro che poi porta più danè 

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Fineco può crescere ancora

IWBank, tre gol per vincere il derby

Bancoposta? E’ il prodotto dell’anno

Bancari, nel nuovo contratto c’è lo stop alle pressioni commerciali

Mediolanum, cosa significa essere Wealth Advisor

Contratti bancari: più soldi, meno reperibilita’

UniCredit, così è cambiata (e cambierà) la rete

Consulenza e pricing, tariffe tutte da rifare

Banca Generali, la raccolta non molla mai

Banche, la rivoluzione è iniziata

Banca Ifis, Bossi si prepara all’addio

Banche e manager: rosa is not the new black

BlueAcademy: dalle basi dell’analisi grafica all’analisi algoritmica

Banca Akros, scatta la seconda fase di Single Name Italy

Mediolanum, raccolta più forte del blocco Pir

Finanziaria Familiare diventa IBL Family

Allianz, un viaggio da record

Banca Progetto, ingresso d’autore per la banca digitale

Copernico Sim, appuntamento a Mantova

Deutsche Bank Wealth Management va di corsa

Ubi Banca, un Welfare da premiare

Banche, cura dimagrante a base di esuberi

La consulenza sa commuovere…me lo dice un bonsai

Ubi Banca, viva la Vidas

Deutsche Bank FA e Capital Group, nuovi fondi per i consulenti

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Credit Suisse AM

Obbligazioni, SocGen: nuova obbligazione SG Positive Impact Finance

Ti può anche interessare

“Stabili” per contratto

Claudio Morpurgo     Il mondo del diritto del lavoro promuove sempre più clausole “crea ...

UBI Top Private, crescono masse e consulenti

UBI Top Private è attualmente tra i primi cinque operatori del mercato del private banking in Itali ...

Banca Generali, arriva la top banker dei club deal

Ameli, già senior wealth manager di Ersel, entra nel’istituto guidato da Mossa per seguire corpor ...